martedì 20 gennaio 2009

Caro Anselmo....

Da IL MONFERRATO di oggi 20 -gennaio -2009
Siltal rimandato l'incontro a Roma previsto per domani......Da oggi dovrebbero rientrare in Azienda 120 lavoratori,senza entusiasmo purtroppo , se si considera che l'Azienda non ha ancora versato le retribuzioni di chi ha lavorato a novembre e dicembre dello scorso anno."E nonostante cio' i lavoratori , per il bene dell' Azienda - commenta ANSELMO - si sono resi ancora una volta disponibili".

Caro Anselmo, ho sempre cercato di usare un linguaggio pulito ma questa volta mi permetta di chiederle quand'è che finirà questo mettersi a 90?....Vorrei porle una domanda cosa le hanno raccontato questa volta per convincervi a far entrare i lavoratori? Ma che pensa che la classe di operai siano persone stupide e da manovrare come vuole? Ma lei crede ancora che la Siltal possa rissolevarsi? Ma che pensa che il Sig. Caraffini che più volte ha ribadito di non essere un benefattore rimanga folgorato come San Paolo e cominci pagare gli arrettrati( da ottobre e non da novembre)? Ma lo sa che nemmeno gli assegni familiari non li abbiamo più visti? Ma lei ci andrebbe a lavorare senza entusiasmo se non la pagassero? Credo che non ci andrebbe proprio.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

E nonostante cio' i lavoratori , per il bene dell' Azienda - commenta ANSELMO - si sono resi ancora una volta disponibili".

E io dico:finiamola con questo FALSO BUONISMO,si sono resi disponibili per il bene dell'azienda???????
Ci si rende disponibili per il bene dell'azienda se anche l'azienda è disponibile verso di noi,la cosa deve essere reciproca per essere un BENE COMUNE.Ricordo a tutti che l'azienda per il nostro bene e per quello delle nostre famiglie si stà trattenendo:ore lavorate,assegni famigliari, irpef,14 mensilità oltre a continuare a raccontarci un sacco di balle e AVETE IL CORAGGIO DI ANDARE ANCORA AL LAVORO PER IL BENE DELL'AZIENDA?????
Per me tutto questo rasenta ancora una volta la poca solidarietà e unione della classe operaia e poi non lamentatevi se il padrone ce la mette sempre nel culo!!!!!!!

COLLEGA DI PIGNATARO ha detto...

e nonostante cio il sindacato ancora una volta ci ha abbandonato!!!chissa a cosa stanno aspettando questi cari sindacati!veram a pensare che manco gl'assegni sta versando il caraffini...VERGOGNAAAAAAA!!!UN INFAME........

Anonimo ha detto...

Quando dicevo io che il sindacato era corrotto tutti mi erano contro!!!!!!!!!!! e secondo me c'e' ancora gente che ci crede anche adesso ... e ben gli sta questa situazione... ragazzi dovete mettervi d'accordo e strappare le tessere tutti insieme...tanto per servizio che vi sta dando siete capaci anche di arrangiarvi....(POI VANNO DA SANTORO A PIANGERE E A FARSI VEDERE)
UN VOSTRO EX COLLEGA DI BASSANO.

Anonimo ha detto...

criticare è molto semplice.
trovare soluzioni meno.
pagamento diretto inps una soluzione ,merito del sindacato .
altre soluzioni andare in vaticano a farsi assumere.(visto che dream.ha la vocazione)

Anonimo ha detto...

Il sindacato si è mosso di sicuro,non c'é dubbio ma, il
pagamento diretto era già
previsto dalla legge ,
"ART. 2 , comma 6 , L. 223/91",
un nostro diritto quindi in caso di insolvenza Aziendale.
Quindi un diritto e non una grazia
ricevuta, tantomeno dal Sindacato.
Per quella ti consiglio di andare
a Lourdes e chiedere che ti illumimi su rispetto e Amore per il prossimo .Ciao.

Antonio.

Anonimo ha detto...

criticare è molto semplice.
trovare soluzioni meno.
pagamento diretto inps una soluzione ,merito del sindacato .
altre soluzioni andare in vaticano a farsi assumere.(visto che dream.ha la vocazione)

---------------------------------
dobbiamo ringraziare i commissari, se non avrebbero fatto questa mossa sarebbe caduto tutto su di loro, si perche' e' colpa non solo del sindacato ma ...sopratutto dei commissari che non hanno voluto mandare a fare in culo caraffini.
chi sa come mai?