lunedì 29 dicembre 2008

domenica 28 dicembre 2008

giovedì 25 dicembre 2008

LA SOLITA MINESTRA

Non faccio altro che leggere in questo blog insulti, provocazioni e disagi e poi vengono accusate le persone di dire le stesse cose....Per me anche parlare di soldi è sempre la stessa cosa....Il Natale sicuramente ha aiutato a farci sentire meno fortunati di altri se non gli sfigati di turno, coloro che non possono permettersi di fare regali ma io per la prima volta ho sentito dire in un intervista alla tv ieri qualcosa di sensato.Alla domanda quale fosse il più bel regalo che aveva fatto un giovane ha risposto l'aver portato mia mamma a messa. Io vorrei ricordare che il Natale è la festa della speranza e forse sarebbe bene poter soffermarsi un po' su qualcosa di positivo, tutti abbiamo qualcosa di bello nella nostra vita e forse dovremmo provare a pensarci un po' di più. Quando è nato questo blog, io speravo potesse essere un luogo di incontro e non di scontro, mi sono illusa che potessimo creare dei bei rapporti di amicizia e qualcuno sicuramente è nato ma per molti è stato solo un luogo dove puntare il dito verso chi non può fare miracoli. C'è un sistema in Italia che permette quello che stiamo vivendo e noi cittadini abbiamo la responsabilità di averlo voluto avendolo votato. Siamo bravi a lamentarci ma quando possiamo dire il nostro non ci stiamo a questo schifo stiamo a casa....
Vi chiederei però di fare un passo oltre e non soffermarci solo alla mancanza dei soldi, perchè qui a pagare sono anche i rapporti umani. In una intervista io avevo spiegato di quanto essere lavoratori senza stipendio porti tensioni familiari e quanto i rapporti coniugali siano messi a repentaglio....Viviamo sotto stress con tensioni non indifferenti e delle volte mi collego in questo blog nella speranza di leggere qualcosa di positivo....Un'esperienza bella, qualcosa che ci è capitata che sarebbe bello condividere con i nostri amici e colleghi , qualcosa che per almeno un istante tolga i nostri pensieri dai soldi o dalla CIGS.

BUON NATALE ANCORA....

mercoledì 24 dicembre 2008

SINCERI AUGURI





Buon Natale a tutti voi.... Alle persone che mi conoscono ma anche a chi non sa chi sono.


Buon Natale a chi passerà il natale nel lusso ma soprattutto a chi vive nella povertà.Gesù è nato in una grotta.


Buon Natale a chi ha un lavoro e a chi non ce l'ha.


Buon Natale a chi ha una famiglia ma soprattutto a chi è solo perchè possa trovare oggi qualcuno con cui condividere la nascita del Messia.


Buon Natale a chi ama e a chi non si sente amato perchè la gioia della nascita di un Dio che si fa uomo per amore possa colmare il suo cuore.


Buon Natale ha chi ha la salute ma ancor di più a chi è malato perchè possa trovare il conforto di chi gli vive accanto.


Buon Natale agli egoisti perchè possano imparare a condividere.


Buon Natale alle persone tristi perchè possano ritrovare il sorriso e alle persone felici perchè possano donare sorrisi a chi ha bisogno...


Buon Natale a tutte le persone di nazionalità diversa perchè in questo giorno possiamo sentirci tutti uguali.


Buon Natale di pace a chi è in guerra.


Buon Natale a tutti, bimbi, giovani, adulti e anziani perchè la nascita di un bimbo pronto a morire in croce per noi vi ricordi sempre che la VITA è un dono, che bisogna saperla rispettare in ogni istante.

UN NATALE D'AMORE A TUTTI VOI!!!

Rosy



giovedì 18 dicembre 2008

ANTICIPO CIGS

Questa volta non possiamo dire che le parole non sono state mantenute... Con valuta 22 dicembre saranno depositati nei conti dei lavoratori Siltal di Bassano un anticipo della CIGS, provenienza PROVINCIA DI VICENZA.
Le cifre erogate sono riferite a luglio e agosto e sono diverse a seconda del periodo di cassa integrazione di cui ogni singolo lavoratore ha usufruito.

NATALE AL PRESIDIO





Ci troviamo al presidio MARTEDì 23 DICEMBRE alle ore 14,00 per fare un po' di festa assieme e scambiarci gli auguri natalizi.


Con l'occasione ringrazio chi ha sottratto dal presidio i panettoni e le bottiglie gentilmente donateci da Bassano distributori.....

lunedì 8 dicembre 2008

Le lotte a che sono servite?

Dopo aver letto i vostri commenti ho pensato di lasciare il mio pensiero in merito al presidio e alle lotte che abbiamo fatto in questi mesi e continueremo a fare....
Quando abbiamo iniziato a presidiare la nostra grossa preoccupazione è stata quella di riuscire a portare a casa i soldi che avanzavamo....Poi col passare del tempo ci siamo resi conto che c'era anche un piano industriale che doveva essere presentato e la paura del taglio del personale.
Cosa abbiamo portato a casa da questo presidio?
Prima di tutto ci siamo fatti sentire. Il caso Siltal è stato portato non solo nei quotidiani locali...La gente ha cominciato a parlare di noi e del problema del lavoro precario. Molte persone sono venute a incontrarci, ci hanno portato parole di solidarietà e ci sono state vicine. Altre ci hanno aiutato economicamente. Ci siamo dati da fare alla ricerca di sensibilizzare i consigli comunali. Abbiamo avuto una offerta dalla chiesa pari a 50.700 euro, ugualmente divisa per ogni lavoratore...Grazie alla S. Vincenzo di Bassano del Grappa e ad altre offerte abbiamo pagato quasi 5000,00 euro di bollette scadute, ridando il gas a chi non l'aveva più ed evitando ad altri chiusure di utenze. Ci siamo autotassati per vivere al presidio...abbiamo preso pioggia e neve per difendere il nostro posto di lavoro...E ci siamo uniti,abbiamo instaurato dei rapporti di amicizia che nessuno ci può togliere....
Tutto sembrava però inutile quando alcuni sono entrati a lavorare, io per prima mi sono arrabbiata tremendamente con il SINDACATO quando hanno permesso questo...Io con il mio carisma non ho avuto mezzi termini e non mi sono preoccupata se qualcuno poteva offendersi, ho detto loro ciò che pensavo soprattutto all'unico presente in quel momento...Vorrei che si capisse che non era niente di personale e io ce l'avevo solo con la scelta che avevano preso.Vorrei che le persone che mi accusano di essere aggressiva, guardassero nel vocabolario ciò che significa e che cercassero di capire che dopo mesi di protesta anch'io posso perdere la calma. Ho avuto un momento molto difficile in cui avrei voluto non andare più in via Trozzetti, ho cercato di allontanarmi ma poi c'erano sempre loro gli assidui presidiatori a darmi forza per continuare... Abbiamo mandato giù il boccone amaro per quelli che sono entrati ma con il loro aiuto abbiamo cercato di capire che succedeva...
Da domani altre persone entreranno per produrre un migliaio di pezzi... Sarà l'assemblea con il sindacato a decidere se è giusto produrre...in ogni caso il presidio continuerà... e trascorreremo li anche San Silvestro...ma io vi chiedo cortesemente di smetterla di puntare il dito su loro, coloro che hanno fatto migliaia di KM per trovare una soluzione per noi...La giusta ricetta nessuno ce l'ha e non possiamo accusarli di dormire sonni tranquilli almeno che ci dormiate assieme....Se finalmente il 12 verrà firmata la cassa è grazie a loro che si sono dati da fare in questi giorni per richiedere il pagamento diretto . A roma ho avuto la possibilità di parlare con Agnelli e non mi ha dato l'impressione di star seduto ad aspettare. Ringrazio Gloria che mi ha dato la possibilità di essere al ministero giovedì e di aver toccato con mano lo schifo che c'è in certe sedi. Invece di prendercela con loro prendiamocela con chi non ci assicura un nostro diritto e a chi non impedisce ad un " imprenditore" di giocare con 900 famiglie...Ecco perchè credo che indistintamente al sindacato a cui siamo iscritti, dovremo scendere in piazza il 12, manifestare contro la fame, non nel mondo, la nostra fame e portiamo con noi i striscioni SILTAL, portiamo la nostra realtà...

venerdì 5 dicembre 2008

INCONTRO AL MINISTERO

Sono ieri trapelate molte notizie riguardo l'incontro che si è svolto a Roma ieri pomeriggio.... In sostanza credo che sia stato un fallimento, i sindacati non sono andati in gita come dice qualcuno e vi assicuro che quando senti dire da un tal Gabrio che gli dispiace ma non ha soldi con il sorriso in bocca ti vien voglia .....Sostanzialmente questi i punti principali:
  1. Il Signor Gabrio Caraffini ha dichiarato chenon ha soldi, non colpa sua ma delle banche. Quando avrà i soldi ricapitalizzerà.... Quando? Non lo sa.... Prima di Natale ma per aver più possibilità di mantenere la parola meglio dire dopo la befana....Ecco perchè bisogna incontrarsi di nuovo quando ci sarà data certa, cioè il 13 Gennaio
  2. Alla domanda se ci sono soldi per pagare gli arrettrati Novarese ha dichiarato: nessun soldo in cassa e non ha nemmeno menzionato entrate.
  3. Piano industriale consegnato a commissari. A noi riassunto in 5 minuti.
    Bisogna rivedere la competitività dei prodotti.... La situazione dei frigoriferi tradizionale è molto critica. " Meno ne facciamo meglio è".
    Appena arrivano i soldi pronti a partire con refrigerazione passiva.
    Nel 2009 in tutto il gruppo Siltal saranno impiegati in media 404 lavoratori e gli altri?
  4. Unica notizia positiva: sembra che il 12 ci sarà finalmente la firma della CIGS con pagamento diretto.
  5. Indispensabile secondo me l'aiuto della provincia se vogliamo qualche euro per Natale....

lunedì 1 dicembre 2008

CREMASCHI AL PRESIDIO

Continua il presidio alla Siltal da più di tre mesi e siamo in attesa del piano industriale fantasma e soprattutto della firma alla CIGS. Oggi abbiamo ricevuto la visita di Cremaschi, segretario nazionale della FIOM, uomo di grande carisma che ha sottolineato che cercherà di capire il perchè non siamo ancora in possesso dell'autorizzazione della CIGS e cercherà di fare pressione al ministero. Cremaschi era presente all'assemblea in BAXI dove veniva spiegato il perchè dello sciopero generale del 12 dicembre proclamato dalla CGIL.

Io sono convinta che le motivazioni siano valide e invito i miei colleghi a venire alla manifestazione a Mestre, magari con lo striscione Siltal... Voglio solo aggiungere che mentre sto facendo i conti per campare, a detta del governo e dei parametri per il bonus, la mia famiglia non ha bisogno di aiuti....Le bollette le manderei volentieri al "Signor" Berlusconi.... assieme a tutte quelle dei miei colleghi.

giovedì 27 novembre 2008

ULTIME NEWS

Anche questa volta Siltal è riuscita a non stupirci!!! Nessuna ripresa il 1 dicembre....motivo? non c'è materiale .... e perchè non c'è materiale? perchè non pagano i fornitori.....
Non ci sono i soldi, lo sapevamo.....e sapevamo anche che ci stavano prendendo in giro....
Adesso ci parlano di una ripresa per il 9 dicembre.....ma dai finiamola..............

martedì 25 novembre 2008

ROMPIAMO IL SILENZIO !!!!



Finalmente dirà qualcuno!!! Il blog riprende vita!!! Per altri forse il silenzio parlava da sè!!!
Ho aspettato impaziente in questi giorni delle news da dare ma a quanto pare nessuna novità... O forse qualcuno ancora non sa che i 7milioni di Euro si sono persi e non sono stati ancora versati nella casse Siltal... Sicuramente tutti sanno che della CIGS non si hanno ancora notizie, forse non si trova una penna per firmarla o forse fa comodo che i lavoratori Siltal siano destinati a passare un altro Natale senza un soldo. Beh, poco conta, vivremo il Natale con più spirito cristiano e meno consumismo...... o forse anche quest'anno ci faranno la carità? 300euro a persona?
MA SI, CHE SE NE FREGA......torniamo o tornate a lavorare lunedì e produciamo.....

giovedì 13 novembre 2008

TIRANDO LE SOMME.........

Ieri sera c'è stato un incontro tra i più assidui frequentatori del presidio con l'ordine del giorno : PRESIDIO, HA ANCORA SENSO?
Abbiamo ripercorso insieme quelli che sono stati gli avvenimenti che ci hanno portato a presidiare giorno e anche notte i cancelli della Siltal e ci siamo chiesti quanto è servito il presidio fino ad oggi....
I primi giorni, vuoi la bella stagione, vuoi le grosse difficoltà che stavamo affrontando eravamo circa 50 che giravano per il presidio, giorno dopo giorno, pezzo dopo pezzo, matonella dopo matonella abbiamo costruito quella che per alcuni di noi è diventata una seconda residenza. In via trozzetti abbiamo affrontato i problemi che ogni famiglia affronta ogni giorno: spese, bollette, gioie, dolori, nascite, lutti, incomprensioni, bisticci, affetti che nascono ma non abbiamo mollato alle prime difficoltà, abbiamo lottato talvolta mandando giù anche qualche boccone amaro per tenere unita quella che molti di noi ha definito una seconda famiglia.
Ma si sa, anche nelle migliori famiglie non tutto va a gonfie vele e abbiamo fatto i conti con alcuni " figlioli prodighi" che un bel giorno meditandolo o no ci hanno lasciato, e non sono passati inosservati perchè per noi come per quel padre è stata quasi una sconfitta perdere delle forze senza sapere la motivazione....Avremo e vorremo veramente capire dove abbiamo sbagliato e se qualcuno si è sentito rifiutato o messo da parte quale è stato il motivo... D'altro canto è sorto un'altro problema, i comandi a distacco che ci hanno fatto perdere molti presidianti che però non hanno smesso di essere presenti nei limiti del possibile e negli orari a loro consoni.
Ora la famiglia si è ridotta ulteriormente, con la ripresa del lavoro in azienda per l'inventario e le spedizioni e ci vien voglia di cantare: ERAVAMO QUATTRO AMICI AL PRESIDIO...
Ma quei quattro amici non hanno intenzione di mollare, sebbene sanno che probabilmente arriverà il giorno in cui saranno in tre, in due e speriamo mai soli......
Il PRESIDIO SERVE, serve a continuare ad urlare che abbiamo una dignità, che vogliamo un lavoro e VOGLIAMO UN PIANO INDUSTRIALE. Serve a vigilare perchè il lavoro sia diviso equamente tra le persone, serve per non far scendere i riflettori sulla situazione drammatica in cui si trovano i lavoratori della Siltal e di tante altre aziende del comprensorio bassanese. A mi avviso forse sarebbe giunto il momento di scendere in piazza con una grande manifestazione, con tutti i cassaintegrati del bassanese e dintorni, forse a quel punto le amministrazioni pubbliche prenderebbero più in considerazione la povertà che galleggia nel nostro territorio.....

seguirà ..................

domenica 9 novembre 2008

DOV'è FINITA L' UGUAGLIANZA ?

TUTTI D'ACCORDO A DIVIDERE I 50.700,00 € ARRIVATI DALLA CHIESA.....
220,00 € A CRANIO SENZA TENER CONTO DELLA LETTERA IN CUI CI VENIVA CHIESTO DI FARE ATTENZIONE AI CASI PIU' BISOGNOSI....

MA QUANTI DI VOI DIVIDEREBBERO LE ORE DEL LAVORO ?

E NON DITE CHE SONO I CAPI A NON VOLERE PERCHè SE TIZIO VA DAL SUO CAPO E GLI DICE CHE VUOLE FARE METà DELL'ORARIO DI LAVORO PER POTER DARE LA POSSIBILITA' AD UN'ALTRO DI LAVORARE IL CAPO NON RIFIUTA. ( LO SO PER CERTO )
PRETENDIAMO LA SOLIDARIETA' MA QUANTI SAREBBERO DISPOSTI A FARLA ?
PERCHE' NON CHIEDIAMO AL SINDACATO CHE LOTTI CON L'AZIENDA PER UNA DIVISIONE EQUA DELLE ORE LAVORATE COME PER I SOLDI?

sabato 8 novembre 2008

Secondo te ha ancora senso il presidio ?

lascia la tua opinione............

mercoledì 5 novembre 2008

GRAZIE ALLA CHIESA !!!

Si è svolta in maniera regolare e senza problemi la giornata di ieri....Nella mattinata io, Roby e Fadi abbiamo prelevato gli ultimi contanti disponibili nella giornata e ci siamo recati in sede segretissima ( ? ) per imbustare i 220.00 euro a persona ( soldi che ci sono stati donati dalle parrocchie di Bassano e dalla diocesi di vicenza, frutto di una raccolta straordinaria per i lavoratori Siltal). Con l'aiuto di Gloria - FIOM tutto si è svolto entro i tempi stabiliti e poi scortati dall'Ispettore di Polizia ci siamo recati in sede Siltal per la tanto attesa assemblea. Per l'occasione, affluenza record in sala mensa, mai visto tanti lavoratori così. E' stato fatto un resoconto dell'incontro in regione da Biasin - UILM, poi integrato da Pantano - FIM e Gloria - FIOM. Sono emersi sostanzialmente i seguenti punti :
  1. bonifici del lavorato luglio, agosto e cassa fino al 26 luglio in arrivo nei nostri conti
  2. bonifici lavorato settembre - ottombre fra circa 15 giorni
  3. in partenza per provincia una parte di denaro per coprire il debito fatto con anticipazione CIGS
  4. ripresa lavoro per bassano i primi di dicembre
  5. Tra 15 giorni incontro a Roma per piano industriale

A nome del presidio, grazie ai lavoratori che per la prima volta hanno fatto vedere la loro faccia in Siltal dopo 3 mesi....Almeno 5,00 € potevate lasciarli nella cassettina.

Ro&Ro

venerdì 31 ottobre 2008


SOTTO LA PIOGGIA

Dopo la tregua di ieri, la giornata di oggi è stata caratterizzata dalla pioggia che non ha mai smesso di scendere. Fortunamente grazie al lavoro dei valorosi maschietti che ieri hanno isolato bene i gazebi con teli e fatto in modo che potessimo stare all'asciutto in presidio le cose sono andate abbastanza bene anche se solo i duri reggono con questo tempo. Stamattina poi abbiamo avuto la visita di un giornalista di LA7 che ci ha deliziato con un'ora di interviste e di riprese sotto la pioggia: CHE GELATA !!! Il tutto dovrebbe essere trasmesso mercoledì prossimo. Si sono poi seguite un'infinità di notizie, da ultime sembrano imminenti i bonifici, probabilmente lunedì partiranno i soldi del lavorato di luglio e agosto e della cassa fino al 27 luglio.
Resta confermato inoltre l'incontro che ci sarà in regione a palazzo Balbi a Venezia, alla presenza di FIOM FIM UILM E UGL provinciali e regionali, RSU della Siltal di Bassano, della direzione ( Novarese )e dei Sindaci dei comuni interessati alla drammatica situazione dei lavoratori Siltal. Assente all'incontro a Venezia Gabrio Caraffini, questa volta per motivi seri, sembra sia ricoverato in ospedale per gravi problemi di salute. Spero di rispecchiare il volere di tutti quando a nome dei lavoratori Siltal gli auguro una buona guarigione, aldilà di quella che è la nostra situazione credo che sia una persona come tutti e mi auguro che tutto per lui si possa risolvere nel migliore dei modi.

lunedì 27 ottobre 2008

FINITA LA BELLA STAGIONE!

Il cielo a Bassano oggi era coperto e si è fatto sentire il primo freddo.... Giornata cupa in via Trozzetti ma il presidio non mollae chissà per quanto tempo ancora la nostra residenza sarà davanti i cancelli Siltal. Purtroppo però anche oggi sono stati comunicati dei nuovi comandi distacco e rischiamo alla fine di ritrovarci veramente in pochi. Ecco perchè oggi voglio fare un appello a chi per un motivo o per un'altro non è venuto a presidiare, abbiamo bisogno anche di te, ora più che mai....
Oggi inoltre ci è arrivata solidarietà dal Circolo Acli di Bassano del Grappa, nelle persone del presidente Bordignon Gianni e dei Sig Petucco, Benetti, Pellizzer e Zonta. A loro il nostro GRAZIE.

venerdì 24 ottobre 2008

PRESIDIO BEN RIUSCITO

Tutto ok ieri in stabilimento Siltal, grazie al lavoro dei nostri RSU, ( Anna, Giampietro, Roberto al mattino e al pomeriggio anche Sonia e Miria ) che si sono fatti in quattro per controllare che l'azienda rispettassse gli accordi fatti nell'uscita dei pezzi di ricambio e dei frighi ( 300 contro i 433 chiesti ieri mattina). Grazie anche a chi si è alternato nel presidio all'interno dell'azienda per controllare non venisse caricato e preparato niente in più nella lista : Fadi, Bittante, Renza, Paolo, Michele, Cinzia, Sara, Marisa, Ruggero, Giovanni, Manola, Marco,Galliano, Nadia, Fabrizio, Dino, Anna, Valentina, Willy, Romina, Francesco,Silvano ( spero di non aver dimenticato nessuno) a chi ha continuato a presidiare all'esterno e a chi ha lavorato.

Sembra, a dir di Buble che siano partiti i bonifici di luglio e agosto, ma vi invito a prendere la notizia con cautela. Cosa certa l'aiuto della Chiesa che presto sarà dato a tutti i lavoratori.
GRAZIE AL PRESIDIO !
VI INVITO A NON MOLLARE!

martedì 21 ottobre 2008

IO PRESIDIO E TU?

Oggi alle 14,00 ci sarà un'assemblea indetta da FIM, FIOM E UILM. Sicuramente all'ordine del giorno ci stanno le richieste avanzate dall'azienda nella persona dell'Ing. Buble e immagino sarà l'occasione per chiarire in maniera molto serena ( NO BORELLI ) alcune cosine.
Prima di questo pomeriggio, a prescindere da come andrà voglio ribadire il perchè il presidio deve continuare:
  1. C'è bisogno di vigilare nelle entrate ed uscite nello stabilimento
  2. Tutti i movimenti devono essere autorizzati da FIM, FIOM, UILM e UGL e di conseguenza passare per il presidio.
    E proprio qui voglio precisare che malgrado al presidio ci siano solo le solite persone che hanno tempo da impiegare per salvaguardare il proprio lavoro, il presidio è autorizzato da FIM, FIOM, UILM e UGL che credono nell'importanza e ci danno la massima copertura. Non dimentichiamo che Sonia, Anna, Giampietro e Roberto e Miria sono nostri RSU e non mancano di essere presenti al presidio con noi. Con l'occasione ringrazio nuovamente tutti coloro che continuano a mostrarci la loro solidarietà, in particolare di questi giorni i RUDE BOYS, un gruppo di giovani studenti e lavoratori che hanno fatto volantinaggio e raccolto alcune offerte per noi.
  3. Il presidio poi a mio avviso deve continuare perchè abbiamo bisogno che non vengano spenti i riflettori sul caso Siltal, che è stato un apripista per l'anticipo CIGS da parte derlla provincia ma purtroppo sta delineanodo un autunno caldo nel bassanese con una GRAVE CRISI NEL LAVORO che sta creando una GRAVE EMERGENZA SOCIALE.
  4. E anche quando e se avremo i nostri soldi non dimentichiamoci che deve essere presentato un piano industriale, che ancora non sapremo se prevvederà tagli nel personale ( a mio parere si ) e magari a quel punto saremo in 240 fuori dai cancelli.
    Sarebbe un sogno, poter lottare tutti uniti per la nostra dignità data da un lavoro.

Detto questo voglio dire un Grazie di nuovo a tutti coloro che condividono con me la fatica di questo presidio. Voglio ricordare che abbiamo iniziato a pagare le prime bollette, quelle con più urgenza, e ieri è stata una giornata meravigliosa perchè siamo riusciti a ridare l'acqua calda a chi l'aveva persa, un bene di cui tutti abbiamo bisogno, qualcosa che non deve mancare nel 2000 e che ci deve essere garantita. Ho visto gioire le persone che finalmente hanno potutto regolarizzare almeno alcuni pagamenti e vi assicuro che questo è merito del presidio e il presidio con queste piccole soddisfazioni trova la forza di continuare ad esistere.

INSIEME POSSIAMO FARCELA !!! VINCI LA PIGRIZIA !!! SONO SICURA CHE SE PASSERAI SOLO ALCUNI GIORNI PIENI CON NOI TUTTI I DUBBI PASSERANNO E POI LOTTERAI CON NOI !!!

venerdì 17 ottobre 2008

Ing. Buble di nuovo all'attacco

L'Ingegnere ieri ha convocato di nuovo le RSU e gli esterni per chiedere nuovamente la possibilità di spedire i pezzi di ricambio e 300 frigoriferi. FIM FIOM E UILM si sono ritrovati ieri sera per discutere sul da farsi e poi prevedo che stamattina ci sarà una consultazione con i lavoratori. Io non ho nessun problema ad esprimere il mio pensiero: I pezzi di ricambio vanno spediti dopo un accurato controllo mentre il prodotto finito deve rimanere nei magazzini.
Da quanto so io l'UGL ha già espresso un pensiero simile al mio. Per quanto riguarda il PRESIDIO continua. Sono state pagate anche le prime bollette scadute per far fronte ai disagi di alcuni lavoratori. Infine concludo con una lieta notizia che ci dà un po' di felicità in un momento così difficile:

E' NATO SEBASTIAN ! COMPAGNO DI GIOCO DEL FRATELLINO SASHA...


CONGRATULAZIONI A MAMMA TIZIANA E PAPA' CHRISTIAN




mercoledì 15 ottobre 2008

GRAZIE MARISA!

Ciao ragazzi,chi frequenta il presidio, ormai mi conosce. Io lavoro in ospedale, e oggi abbiamo fatto un'assemblea generale. In tale occasione si e' parlato anche del vostro problema e sono stata incaricata di portarvi la solidarietà, sia della Funzione Pubblica della CGIL di Vicenza, sia di tutta l'assemblea. E' ora che i vari settori interagiscano, non possiamo più, nella situazione in cui ci troviamo, guardare ognuno nel suo piccolo. Sappiate che siamo con voi.
TENETE DURO!Marisa

martedì 14 ottobre 2008

BENVENUTA EMMA !

Congratulazioni a mamma Monica, papà Antonio e alle sorelline Alessia e Francesca.

LUTTO AL PRESIDIO

Purtroppo è di stamattina prtesto la notizia che il papà di Carla Masin ci ha lasciato. Ci uniamo tutti al dolore della nostra carissima collega e le simo vicini...
Carla noi siamo con te !

Dov'è finita l'unità ?

Ore 17,00, ho lasciato il presidio da poco con tanta amarezza intorno per una situazione che si protrae da alcuni giorni ma voglio sottolineare e chiedervi dov'è finita l'unità del gruppo Siltal. Ci abbiamo provato, Roma doveva essere l'inizio della lotta comune, dovevamo piantarla dura ma sembra che gli unici con le p.... siano i pochi lavoratori di Bassano che stanno presidiando da quasi un mese. Oggi abbiamo avuto l'ulteriore conferma che stiamo scomodi all'azienda che vuole portar via gli ultimi pezzi rimasti (4000 circa). Ma forse si è toccato il fondo, forse perchè la Siltal non finirà mai di stupirci, siamo stati accusati di essere la causa dei comandi a distacco e dimissioni presentate in questi giorni. Niente soldi, questa è la situazione che sta obbligando la gente a scappare, aggiunta alla prospettiva che in Siltal con il prodotto che stiamo facendo non c'è mercato. Dispiace però che a lottare siamo solo noi, e che dall'alto continuano a farci pressione psicologica perchè i colleghi di Ticineto e Caserta non stanno presidiando come noi. Dove sono finiti i nostri amici combattivi, perchè non state lottando?
E se di lotta stiamo parlando voglio dirvi che nel massimo del possibile cercherò di starvi vicini, ma per motivi personali ho difficoltà a venire al presidio... Ma non mollate, vi prego, la società ha bisogno di gente come voi che lotta per il suo lavoro e la sua dignità e solo così potremo essere aiutati!!!

QUASI UN MESE.......

Stiamo per " festeggiare " un mese di presidio e non ci sono ancora novità.Ieri alle 11,00 c'è stata l'assemblea e come al solito presenti un sacco di colleghi, anche quelli che al presidio non si sono mai visti. Consegnate le buste paga adesso siamo in attesa dell'evolversi della situazione e soprattutto che vengano fatti sti conteggi per capire il perchè di così pochi soldi.
Tutto sta procedendo abbastanza bene, la stanchezza qualche volta si fa sentire in tutte le sue sfaccettature ma importante non mollare, rischieremo di buttare via tutto ciò che abbiamo costruito fino ad oggi. La tensione per la situazione che stiamo vivendo è tanta ma insieme possiamo farcela, è una lotta che abbiamo iniziato uniti, e che col passare dei giorni ci ha visti sempre più affiattati e come dice Gloria non possiamo permetterci di perdere persone per strada. Nel nostro piccolo siamo tutti importanti, ognuno di noi è unico e ha qualcosa da dare al gruppo, quindi non molliamo....

Vi saluto con una frase che considero ricca di significato....
Ogni cosa che facciamo è come una goccia nell'oceano, ma se non la facessimo l'Oceano avrebbe una goccia in meno.

domenica 12 ottobre 2008

VIETATO MOLLARE

Ke strano, da quando è arrivato il vescovo a elemosinarvi.... siete partiti per il week end?Non scrivete più niente?!!!!Un vescovo al giorno ti toglie i debiti di torno!

Caro Anonimo, ti ripondo anche se la tua provocazione non merita risposta.... Forse tu non sai cosa vuol dire presidiare un'azienda, e se sei uno dei nostri dovresti vergognarti a scrivere certe cose perchè se il blog non è più aggiornato come una volta è proprio questo il motivo, passo più tempo al presidio che in casa mia. Tu invece di tempo di sparare cavolate ne hai tanto...
Comunque veniamo alle ultime news. Come sapete domani lunedì 13 ottobre ci sarà un'assemblea alle ore 11,00 e saranno raccolte le fotocopie delle busta paga da Gennaio 2008 in poi, la fotocopia della carta d'identità fronte e retro e del codice fiscale.
Per quanto riguarda il presidio, tutto procede come il solito, giorno e notte. Ci sono un po' di difficoltà per i turni notturni ma spero che le cose andranno meglio.
Stamattina è venuto a trovarci ancora una volta Langella, a me personalmente fa molto piacere che ci faccia visita perchè sento forte la loro solidarietà e vorrei ringraziarlo a nome di tutti per gli aiuti che ci sta dando.
E mentre noi eravamo in presidio, anche oggi, domenica 12 ottobre, nella parrocchie del Vicariato di Bassano si raccoglievano fondi per aiutare i lavoratori Siltal. Voglio ringraziare tutti coloro che ci sono stati vicini sia con le preghiere che con aiuti economici.
BUONA DOMENICA A TUTTI!!!

giovedì 9 ottobre 2008

CESARE TRA NOI !

Chiedete al Vescovo cosa di concreto puo' fare per noi.il conforto morale lo accettiamo certamente di buon grado e con gioia ma,purtroppo il ns. problema è finanziario e di rilancio del territorio . la fede non l'abbiamo persa ,stiamo lottando ancora ma adesso piu' che mai abbiamo bisogno di un urgentissimo aiuto finanziario.Un grazie a Mons. Nosiglia .

Carissimo anonimo che hai lasciato il commento sopracitato ti ringrazio perchè prendendo spunto da ciò che hai detto posso dare alcune notizie importanti ma prima di tutto ciò a te vorrei dire alcune paroline. Prima di tutto ho la sensazione che tu il vescovo non l'abbia nemmeno sentito parlare. E se c'eri con Cesare faresti bene a rettificare ciò che scrivi.

Seconda cosa, scrivi che la fede non l'abbiamo persa, sai credere non significa annunciare solo Gesù Cristo è esistito ma molto di più, significa testimoniare con la nostra vita l'appartenza alla fede cristiana e dalle tue parole ho la sensazione che credere sia solo una proforma.

Terzo se ci fossi stato, saresti rimasto anche tu felice di ascoltare il nostro Cesare Nosiglia, dico nostro perchè lui si sta facendo carico della nostra situazione e non solo nelle preghiere ma anche concretamente, visto che dopo la sua lettera la Parrocchia di S. Maria in Colle in Bassano ci ha donato 4000,00 euro, cifra non detta perchè la Chiesa a differenza di altri fa senza mettere in mostra, perchè c'è scritto nel Vangelo che la mano SINISTRA non deve mai sapere ciò che fa la mano DESTRA. E non solo. "se fai l'elemosina tienilo segreto, e il padre tuo che vede nel segreto ti ricompenserà in cielo, non andartene in giro a vantartene. Se fai elemosina e lo spifferi in giro, avrai avuto già la tua ricompensa dalle parole di lode della gente."

Tutte le 13 parrocchie del Vicariato di Bassano in questi giorni stanno facendo una raccolta pro-siltal . Non sono soldi che ci risolvono tutti i problemi, ma con questo denaro stiamo andando incontro ai lavoratori più disperati, conn più arrettrati onde evitare altre chiusure GAS E LUCE. Questo non vuol dire che chiunque si presentasse in presidio con bollette da pagare troverà una risposta positiva ma il nostro impegno sarà far in modo di aiutare più lavoratori possibili. Insieme abbiamo dimostrato di poter farcela, e insieme continueremo anche GRAZIE a MONSIGNOR CESARE NOSIGLIA.

martedì 7 ottobre 2008

CESARE NOSIGLIA

Il presidio continua senza che esca nulla da Siltal... Domani come sappiamo a Roma ci sarà il coordinamento nazionale FIM, FIOM e UILM....Intanto a Bassano è stato comunicato che il vescovo Monsignor Cesare Nosiglia che si è dimostrato sensibile alla nostra situazione, sarà in nostra visita domani mattina alle ore 9,30....Doverosa una calda accoglienza....

DALLA DIREZIONE

Il presidio continua, tra il freddino perchè le temperature sono cambiate e un po' di stanchezza ma noi non molliamo.
A caratterizzare la giornata di ieri è stata la convocazione dei rappresentanti sindacali in direzione. Sono stati ricevuti dall' Ing. Buble che ha chiesto quale fosse stata la nostra decisione in merito ai pezzi di ricambio. Inutile dirlo ormai, siamo in attesa dell'incontro a Roma del 8 ottobre, dove FIM, FIOM E UILM si incontreranno per quale linea prendere. A noi non ci resta che fare una sola cosa: CONTINUARE IL PRESIDIO E NON PERMETTERE CHE ESCA NULLA...
Un applauso da parte mia e crede da parte di tutti a VITO e a PAOLO che anche stanotte hanno dormito là, speriamo che le brande siano ancora intere!!!

sabato 4 ottobre 2008

Tutto sugli ultimi giorni


Vi avevo lasciato giovedì con l'attesa dell'arrivo della Borelli che è arrivata anche in anticipo. Io che amo in modo particolare Bologna e la sua gente ho trovato il primo neo della città, la Borelli.
Ha lavorato molto a convincerci di lasciar uscire il prodotto, perchè noi siamo fautori della nostra ricchezza e vendendo ci possono pagare.
Beh cara Serena, prima di tutto voi siete fautori della nostra povertà e seconda cosa ricorda che anche se vendi oggi i soldi ti arrivano tra 3 mesi. Forse è meglio che sia Gabrio a mettere i soldi prima.Quindi per quello che mi riguarda non esce niente dallo stabilimento.... La tua visita poi ha scatenato sicuramente ancor più rabbia tanto da spingerci a presidiare anche di notte e poi cara Serena le tue battute del C.... tienile per te, perchè non siamo in vena di scherzi e nemmeno non ragioniamo con la pancia.Detto questo si capisce che il presidio è continuato sia ieri che oggi e continuerà ancora. E non siamo soli perchè ieri sono venuti a trovarci gli amici di PRC di Bassano e oggi Giorgio Langella.
Sotto vi riporto una lettera che ci è stata inviata dopo il 29 settembre

Che dire? Sto partendo per il mio lavoro a Como e vi sono vicino. In questi momenti è la rabbia che prende il sopravvento. Una rabbia cupa, silenziosa, dolorosa. Bisogna andare avanti comunque. La società nella quale viviamo è proprio sbagliata. Diceva un grande poeta ( Ignazio Buttitta ) : ci fosse il socialismo......saremmo tutti fratelli, avremmo tutti lavoro......e saremmo felici ( sto andando a memoria ma questo è il succo della poesia). ma il socialismo non c'è. Mi accorgo che questa mia rabbia mi rafforza nelle mie convinzioni. Questa società è spaventosa. Una società dove la speculazionee il profitto hanno il sopravvento sulla vita delle donne e degli uomini, non è umana. Deve essere trasformata dalle radici. Io credo ancora che una società " umana" possa solo esserci quando la proprietà dei mezzi di produzione ( della vita e del futuro di ognuno, quindi) sarà di chi lavora. Altro non so dire. Che fare, allora? C'è bisogno di socialismo, di comunismo. C'è bisogno di coscienza e solidarietà di classe. C'è bisogno di cambiare i rappori di forza. Noi siamo stati sconfitti ma non possiamo considerarci vinti. Sarebbe la fine. E invece......AL LAVORO E ALLA LOTTA . Come sempre. Saluta tutte le meravigliose compagne, i compagni, che stanno ancora lottando con la tristezza nel cuore.
P.S. Un'altra considerazione.... Al solito chi soffre di più per la fine di una fabbrica e chi lotta per la sua sopravvivenza sono i lavoratori e non il padrone. DI CHI DEV'ESSERE, ALLORA, LA PROPRIETA' ???
Segretario PDCI Vicenza Giorgio Langella

giovedì 2 ottobre 2008

IN ATTESA DELLA BORELLI

Sono le 15,40 e dal presidio la giornata scorre nelle norma anche se c'è un po' di fermento per l'arrivo della Borelli.....chissà cosa ci deve raccontare.

mercoledì 1 ottobre 2008

VOLANTINAGGIO A BASSANO

Qualcuno leggendo questo titolo penserà che siamo tornati indietro e invece no...Domani a Bassano inizia la FIERA FRANCA e noi tutti siamo chiamati ad andare a manifestare volantinando con i nostri rappresentanti sindacali.....C'è un bisogno estremo di far conoscere la nostra situazione, c'è ancora troppa gente che non ci calcola, ancora in molti non hanno capito il nostro dramma. C'è bisogno do lanciare un messaggio importante ai comuni, noi rispettiamo le loro richieste di non bloccare strade o ferrovie ma loro che ci facciano vedere una volta per tutte che contiamo.
APPUNTAMENTO QUINDI DOMANI MATTINA ALLE 8,30 ALLA SILTAL E PER I SOLITI AL PRESIDIO MOLTO PRIMA!!!

Altra cosa che mi preme dire.... Non sono entrata in merito alle confederazioni sindacali fino ad ora ma stasera che ho un po' di tempo voglio farlo.
la maggior parte dei lavoratori si è iscritto al sindacato FIM, FIOM, UILM e UGL per simpatia nei confronti dei RSU, altri hanno pensato che con un certo sindacato avrebbero avuto favoritismi e pochi perchè conoscono la storia dei sindacati stessi.
Io capisco che ci siano di mezzo tante cose e forse più grandi di quelle che già so ma la lotta che stiamo facendo è UNA : salvare la nostra dignità data da un lavoro e da una retribuzione.Ieri all'assemblea la BERGAMIN si è presentata come FIM, FIOM e UILM. Il volantino fatto per domani è firmato lavoratori Siltal, FIM, FIOM, UILM e UGL. E' possibile che ci sia ancora qualcuno che quando rilascia interviste o quando parla con noi si presenta esclusivamente con le sue 3 letterine? A te caro amico voglio dirti che le lotte si fanno uniti ed è giunto il momento di finirla di cercare il protagonismo, di esserci con i giornali e le tv. Tu devi esserci prima di tutto con noi, devi dimostrare che in questi pochi mesi la nostra storia è diventata anche la tua storia. Non ti chiedo di star male per noi come sta chi ci difende da più di 10 anni ma ti chiedo di stare a fianco almeno dei tuoi iscritti al presidio come dovevate esserci anche in corriera quando a darci forza c'era solo Fabiola, Roberto e Gloria per telefono. Ad agosto io sono stata accusata di dividere i lavoratori, cosa assolutamente ingiusta, ora dimostrami tu che insieme tutti e quattro sindacati lottate per la nostra dignità e il nostro futuro almeno a livello aziendale perchè poi sappiamo tutti che per il resto ci sono contrapposizioni non indifferenti.
E se nel formularti le mia richiesta ti ho dato del tu non è per mancanza di rispetto ma perchè io i muri li so abbattere e amo la PACE e non la GUERRA.

martedì 30 settembre 2008

GIORNATA DI LUTTO

Stamattina di nuovo in presidio.
Qualcuno si chiede anche perchè farlo....vorrei dare la risposta giusta ma forse quella giusta non c'è..Ognuno dentro se stesso può trovare le sue mille ragiorni e vorrei che ognuno di voi spendesse un po' di tempo per spiegarcele...
Io il mio SI al presidio lo dico, perchè al di là che facciamo si che non entri e non esca nessuno ma soprattutto per continuare a farci sentire, a ricordare a tutti che ci siamo e che non molliamo.Ci teniamo al nostro lavoro e facciamo di tutto per farci sentire. Ecco perchè il presidio si sposterà anche, per trovare la solidarietà e non solo delle altre persone.Sarebbe bello esserci tutti ma sono consapevole che è un'utopia ma proviamoci fino in fondo.

SOLO POCHE RIGHE

LASCIO SPAZIO AL SILENZIO CHE PER IL MOMENTO COMMENTA BENE IL DRAMMA!

domenica 28 settembre 2008

Ancora poche ore !!!

Ok compagni ci siamo....Tra poco si parte e vorrei spendere 2 parole per dire che alla vigilia di un giorno che noi aspettiamo da molto e che potrebbe decidere il nostro futuro occupazionale sono molto dispiaciuta che ci sia gente che continua usare i commenti con insulti a persone che hanno fatto molto e continuano a fare molto per noi.... e se qualcuno crede che avrebbe potuto far di meglio può liberamente dirlo lasciando però la sua firma... Io personalmente oggi voglio ringraziare tutti coloro che hanno condiviso con me i momenti difficili di questi giorni sopportando anche le sfuriate dei momenti di sconforto.Ora si parte, sarà una trasferta dura e difficile ma insieme abbiamo saputo dimostrare che tutto è possibile....

C'ERAVAMO ANCHE NOI !!!!

sabato 27 settembre 2008

TRASFERTA A ROMA


Solidarietà dalla Baxi

CLICCA SUL LINK

http://www.scribd.com/full/6257041?access_key=key-16qwflupd9pn46275zz0

Un caffè con Dissegna

Dopo aver incassato un " NON ME NE FREGA"dal Sindaco Olivo, che non ha nessuna intenzione di aiutare i lavoratori Siltal residenti nel comune di Romano d'Ezzelino , ci siamo consolati con un caffè offerto dal consiglere d'opposizione Dissegna.
DIRITTI IN PIAZZA: PANINI, "DOVE CI SONO DIRITTI DA DIFENDERE C'E' LA CGIL" -
27/09/2008 - Un migliaio di lavoratrici e lavoratori erano presenti stamani in piazza Garibaldi (piazza Poste) a Vicenza per la manifestazione Diritti in Piazza che ha visto sul palco esponenti sindacali e delle associazioni locali. Da segnalare l'intervento della segretaria generale Marina Bergamin e del vicesindaco di Vicenza Alessandra Moretti, che ha ringraziato la Cgil per aver portato nelle piazze "un'occasione di incontro e dialogo".
Interventi anche della Rete degli Studenti e dei lavoratori della SILTAL di Bassano del Grappa.
Il segretario Enrico Panini ha esordito proprio con il problema della SILTAL, azienda metalmeccanica in gravissime difficoltà, che vede solo a Bassano del Grappa 250 lavoratori ormai senza stipendio e che annovera altri stabilimenti in Italia uno dei quali in Campania. Il segretario nazionale ha affermato che la CGIL è vicina e solidale con i lavoratori dell'azienda metalmeccanica e li sostiene nella lotta per la conservazione del loro posto di lavoro e del loro stipendio.

Ultimi giorni di presidio prima di Roma

Sono stati giorni difficili questi ultimi trascorsi, la stanchezza ha iniziato a farsi sentire ma noi non abbiamo mollato.... Il nostro lavoro è da salvare e noi fino alla fine ci proveremo.
Colgo l'occasione per ringraziare chi ci ha dimostrato la sua solidarietà anche con aiuti economici: La Parrocchia di S. Maria in Colle di Bassano, il PDCI di Vicenza e il consigliere regionale Rizzato.

mercoledì 24 settembre 2008

I NOSTRI RINGRAZIAMENTI


DIRETTA DAL PRESIDIO


NEWS DAL PRESIDIO

Abbiamo ricevuto la visita del consigliere di Romano Lorenzo Zen che ci ha portato la convocazione straordinaria del Consiglio comunale di Romano per sabato 27 settembre alle ore 16,00 dove al 5 punto c'è l'interpellanza con oggetto " SOLIDARIETà AI LAVORATORI SILTAL".
Se siete a casa e leggete il post, vi aspettiamo in presidio.

ANCORA PRESIDIO - 4° GIORNO


Giornata un po' diversa quella di oggi, caratterizzata dalla pioggia di primo mattino a preuccupare l'andamento del presidio. Come da programma i sindacati con una delegazione di lavoratori si sono recati a Vicenza. FIM, FIOM,UILM E UGL sono stati accolti dal prefetto Piero Mattei. All'incontro erano presenti anche l'onorevole Daniela Sbrollini e l'assessore Morena Martini, tra le richieste fatte al prefetto quella di far si che non ci siano più slittamenti, che l'incontro avvenga il 29 e che facciua pressione affinchè ci sia collaborazione tra i sindaci per aiutare i lavoratori.
Il rientro a Bassano è stato a mio avviso un po' più sereno perchè era già trapelata la notizia che il vescovo Monsignor Cesare Nosiglia aveva inviato una lettera ai lavoratori della Siltal e che a portarcela sarebbe stato l'abate di Bassano, Renato Tomasi. Per me la cosa è stata molto significativa perchè sono convinta che la fede in Gesù Cristo possa essere un qualcosa che ti dà la forza di trovare il positivo nel negativo e ti dia il coraggio di andare avanti e di lottare. E' stata una lettera di risposta a quella inviata da me personalmente a nome di alcuni lavoratori. Accompagnato dal parroco di San Marco, don Gianni, monsignor Tomasi, oltre a leggere la lettera di cui sotto scriverò il testo ha voluto testimoniare anche la propria vicinanza agli operai, dando ascolto alle loro quotidiane difficoltà.

Cari lavoratori della SIltal
memore dell'incontro che ho avuto con voi durante la visita pastoralea Bassano del Grappa mi sento particolarmente vicino e solidale per la difficile situazione che state attraversando ormai da molti mesi.Il lavoro è un diritto e una condizione primaria e indispensabile per la vita di ogni persona e famiglia e dovrebbe sempre essere garantito a tutti. Mi auguro, pertanto, che si possa trovare, anche per voi una soluzione positiva che risponda alle vostre giuste richieste e necessità.
So che siete uniti e solidali tra voi e questo è certamente un fatto molto importante, che vi infondi forza e coraggio. Vi assicuro che il Signore è con voi e non vi abbandona perchè egli stesso ha provato fino in fondo la fatica del lavoro e della sofferenza. Gesù Cristo e sua madre, Maria Santissima vi ispirino sentimenti di fede e di speranza per mantenere, anche in questa situazione così complessa e drammatica, la serenità del cuore e la volontà di continuare a operare uniti.
Vi accompagno con la preghiera, affinchè la proprietà, le autorità civili interessate, le forze sindacali ed ogni soggetto responsabile coinvolto sul piano locale e nazionale facciano la loro parte per trovare le vie di una necessaria soluzione alla crisi.
Anche le comunità cristiane e l'intera città di Bassano del Grappa hanno l'impegno di starvi vicino con la propria concreta solidarietà e interessamento. Da parte mia vi assicuro che farò il possibile per seguire la situazione e accompagnarvi con la mia solidale ed attenta partecipazione.
Il Signore vi benedica insieme alle vostre famiglie e ai vostri figli e vi aiuti a sperare sempre in lui, che è Padre provvidente e Amico.
Cesare Nosiglia, arcivescovo, vescovo di Vicenza

lunedì 22 settembre 2008

TERZO GIORNO DI PRESIDIO

E anche questo giorno se n'è andato..... Altra giornata di presidio tranquilla, non si registra niente di particolare a parte quel camion che si è riportato i vetri in Romania. Mi dispiace per quell'autista, già venerdì gli avevamo detto che non avrebbe scaricato ma lui pazientemente è rimasto in Italia e oggi accompagnato da Gloria che non l'ha mollato un attimo si è girato ed è tornato a casa. Certo che i soldi per i vetri li hanno trovati....
Questa mattina poi è venuta a trovarci ancora Morena Martini per aggiornarci sul mancato incontro con Sacconi ( la documentazione comunque gli è stata spedita).
E domani un gruppo dal prefetto ed un altro in presidio.
LA LOTTA CONTINUA!!!

domenica 21 settembre 2008

CONDOGLIANZE

Anche i cugini di Bassano sono vicini a Domenico Brignola di Pignataro per la perdità del papà.

sabato 20 settembre 2008

UN GIUSTO COMMENTO

Anonimo ha detto...
CIAO IO SONO UN DIPENDENTE BAXI,E SE NEL 1975 MIO PAPà NON AVESSE LOTTATO E POI LOTTATO OGNI GIORNO PER TENERE APERTA LA SMALTERIA METTALURGICA VENETA, IO OGGI NON AVREI UN POSTO DI LAVORO, MA MAGARI UN BEL CENTRO COMMERCIALE..CARO COMPAGNO LAVORATORE LA SPERANZA è L'ULTIMA A MORIRE E LE BATTAGLIE PROLETARIE NON SI FANNO Nè DAL DIVANO Nè DALLA SCRIVANIA,MA CREDENDO FINO IN FONDO A CERTI IDEALI, IL POSTO DI LAVORO E IL LAVORO è AL 1 POSTO ANCHE NELLA NOSTRA COSTITUZIONE ITALIANA, MI SPIACE APPRENDERE CHE TU NON CONOSCA CERTE COSE,E POI POCHI ANNI Fà ALLA BAXI HANNO FATTO IL 75 ESIMO DELLE LOTTE OPERAIE E DELLA FABBRICA, SE TU AVESSI DEDICATO 5 MINUTI AVRESTI APPRESO MOLTO, ESSERE RASSEGNATI AD UN POSTO PRECARIO E AD UN MONDO DEL LAVORO CHE SFRUTTA LE TUE CONOSCENZE E POI TI GETTA QUANDO IL SISTEMA CAPITALISTICO NON GUADAGNA PIù, IO FRANCAMENTE NON MI ARRENDO E SONO VICINO AI COMPAGNI DELLA SILTAL NELLA LORO BATTAGLIA E RESISTENZA PER SALVAGUARDARE LA DIGNITà DI IDEALI E OCCUPAZIONE. FORZA COMPAGNI CIAO
20/9/08 3:40 PM

venerdì 19 settembre 2008

CONCLUSA LA 2A GIORNATA DI PRESIDIO



Si è conclusa positivamente nel tardo pomeriggio ( gli ultimi a lasciare i cancelli della Siltal se ne sono andati alle 19 ) la seconda giornata di presidio in via Trozzetti.
Vorrei lasciare spazio ai miei compagni che esprimano le loro impressioni. L'unica cosa che alla fine di questa giornata vorrei dire è un GRAZIE a tutti coloro che c'erano perchè insieme stiamo lottando per il nostro posto di lavoro rafforzando i rapporti umani!!!
UN GRAZIE invece da parte di tutti i lavoratori alla consigliera PAOLA FACCHINELLO che a nome di " UN'ALTRA BASSANO" oltre a portarci la sua solidarietà ci ha offerto il ricavato dei loro gettoni di presenza, soldi che ci aiuteranno a far fronte alle spese per i viveri nel presidio.
GRAZIE anche a BASSANO DISTRIBUTORI che nel pomeriggio ci ha donato acqua, bibite, panini e brioches.


UN GRAZIE inoltre a tutti i rappresentanti sindacali che ci hanno portato la loro solidarietà e a coloro che ci hanno scritto. Vi sentiamo vicini. A lunedì

DIRETTA DAL PRESIDIO


Siamo al secondo giorno di presidio, siamo contenti della presenza anche se auspichiamo che ci sia ancora maggior presenza anche per le iniziative che si stanno concretizzando.
Stamattina una delegazione di lavoratori accompagnati dai rappresentanti sindacali e dalla consigliera comunale Paola Facchinello hanno incontrato il sindaco di Bassano del Grappa a cui è stato chiesto la convocazione di un consiglio comunale straordinario e il coinvolgimento di tutti i sindaci del comprensorio oltre alla richiesta di partecipazione e di messa a disposizione di un pullman per l'incontro del 29 settembre.
Il sindaco G. Bizzotto è stato messo a conoscenza ancora una volta della situazione sempre più drammatica dei lavoratori e loro famiglie, che da mesi si trovano a fare i conti con bollette scadute, stacchi di energia elettrica e gas.
Continuiamo con il presidio davanti i cancelli e studieremo altre strategie di lotta in attesa dell'incontro con il prefetto di Vicenza. Chiediamo a tutti noi di partecipare uniti alle varie iniziative e ai presidi di ogni giorno.

Lavoratrici e lavoratori

giovedì 18 settembre 2008

PRESIDIO ALLA SILTAL



Questa mattina come preannunciato ci siamo trovati davanti i cancelli della Siltal per impedire ai comandati di entrare e impedire così ai frigoriferi di uscire. Tutto si è svolto in maniera regolare, e solo 2 impiegati hanno avuto il coraggio di varcare la soglia ma non hanno avuto lo stesso coraggio ad uscire finchè siamo rimasti li noi. Che si vergognino!!! Anche il capo personale se n'è tornato a casa.
Verso le nove abbiamo ricevuto la visita dell' assessore alla scuola, ai rapporti con il provveditorato, lavoro, formazione professionale, servizi per l'impiego, Morena Martini( nella foto sopra tra Gloria e Fabiola) che ci ha portato tutta la sua solidarietà. Solidarietà precedentemente dimostrata con l'accordo dell'anticipo di cigs da parte della provincia per 6 mesi. Morena, la chiamo così perchè con noi ha usato modi amichevoli, si è fermata un'oretta e ha fatto in modo che una delegazione di noi, sabato a Cortina,potesse incontrare il Ministro del lavoro Sacconi per metterlo a conoscenza della situazione Siltal. Ci ha fatto visita anche il Consigliere Mauro Beraldin e giornali e tv. Domani mattina inoltre i nostri rappresentanti sindacali incontreranno il Sindaco di Bassano per chiedere che ci metta a disposizione i pullman per Roma.

La giornata è proseguita con molta tranquillità finchè nel pomeriggio non siamo stati costretti ad "impedire" all'unico povero magazziniere comandato con un telegramma ad entrare . Meglio non scendere in particolari perchè il nostro direttore ha dimostrato tutto il suo lato disumano prima con il lavoratore e poi lasciandoci fuori senza possibilità di andare in bagno. Potevano anche evitare di chiamarlo ma anche questa ci è sembrata una presa di posizione dell'azienda.
Siamo stati li fino alle 18,00 e ci torneremo anche domani per difendere i nostri diritti e il nostro lavoro.
Spero che i miei compagni presenti oggi spendano alcune parole per raccontare le loro opinioni e che altri si aggiungano domani.



mercoledì 17 settembre 2008

APPUNTAMENTO ALLE 7,30

Appuntamento per domani mattina alle ore 7,30 davanti ai cancelli Siltal per impedire ai comandati di entrare a lavoro.

PROSSIMA DATA

E' stato comunicato che l'incontro previsto in data 18 settembre al MAP è stato rinviato in data 29 settembre 2008 alle ore 11.00.

martedì 16 settembre 2008

SALTATO L'INCONTRO A ROMA PER IL 18


DAL GIORNALE DI VICENZA


LAVORO. Di fronte alle vane promesse della proprietà la Regione valuta un intervento Spiraglio per la Siltal
Venezia tende la mano La situazione dei dipendenti è molto grave e gli inglesi latitano.
Giovedì incontro al Ministero del lavoro

Vincenzo Pittureri Uno spiraglio di speranza, l’ennesimo a dire il vero. L’auspicio, però, è che stavolta non cali subito il buio sul cielo sopra la Siltal, alle prese con una crisi profonda che dura ormai da anni. Ieri mattina nella sede del Genio civile a Vicenza, si è tenuto l’annunciato incontro tra la Commissione lavoro della Regione, presieduta dalla forzista Giuliana Fontanella, ed i sindacati che stanno seguendo la vicenda. Al summit ha preso parte anche Mara Bizzotto, consigliera della Lega Nord che da subito ha monitorato la vertenza assieme ai colleghi Claudio Rizzato e Giuseppe Berlato Sella (PD) e Nicola Atalmi (PdCI). La situazione, in effetti, è molto più che inquietante. «Mediamente ci sono addetti dell’azienda che non ricevono uno stipendio da quasi 4 mesi - annota Gloria Berton per conto della Fiom-Cgil - senza contare che altri hanno ricevuto il contributo della cassa integrazione al 50% per luglio e la metà della mensilità di giugno. Poi più nulla, solo promesse non mantenute. Qui ci sono dipendenti che hanno famiglia e che non possono stare tutto questo tempo senza percepire quanto gli spetta. La Regione si è detta disponibile a studiare due soluzioni: venire incontro alle esigenze degli operai con un’erogazione particolare oppure adoperarsi per rintracciare nel tempo un’occupazione più stabile e sicura per il centinaio di dipendenti coinvolti in questa fase di enorme disagio». «Intanto - prosegue - prima di impegnarsi definitivamente, i vertici del governo regionale intendono incontrare la proprietà, nella persona di Gabrio Caraffini, per verificare l’affidabilità e la serietà di chi guida la Siltal, prima di varare qualsiasi fondo straordinario di solidarietà condiviso anche dall’assessore Elena Donazzan. La volontà c’è. Preoccupa inoltre la latitanza dell’acquirente inglese che, dopo i buoni propositi iniziali, si è fatto di nebbia». Nel frattempo, giovedì riunione al Ministero del lavoro a Roma per cercare una via d’uscita ad una faccenda sempre più allarmante. «È il secondo tavolo di trattativa in meno di due mesi nella capitale - rammenta Massimo Pantano della Fim-Cisl - può diventare quello cruciale e decisivo. Vediamo. Nel frattempo la sensibilizzazione delle autorità a tutti i livelli è un gran bel segnale». Chiusura firmata dalla Bizzotto. «Da mesi - ha detto l’esponente della Lega Nord - gli operai e le loro famiglie vengono presi in giro da promesse mai mantenute dalla proprietà. A causa di questo reiterato tradimento degli accordi, mi pare inopportuno che la questione venga discussa alla presenza degli stessi responsabili della ditta, chiamati ad assumersi davanti alle sedi istituzionali i loro impegni».

DAL GAZZETTINO

Bassano
"Abbiamo voluto mandare un segnale forte e far capire a gran voce che quello della Siltal è un problema di tutto il Veneto". Spiega così le ragioni dell'incontro svoltosi ieri mattina a Vicenza, nella sede del Genio civile, il consigliere regionale del PD, Claudo Rizzato. Un incontro nel quale mondo sindacale e politico si sono confrontati sul difficile momento dell'azienda di via Trozzetti. Durato quasi due ore, il vertice ha visto la partecipazione di buona parte edi componenti della Commissione regionale Attività produttive, ad iniziare dal presidente Giuliana Fontanella. Con lei, anche gli altri consiglieri vicentini (oltre a Claudio Rizzato anche Mara Bizzotto e Giuseppe Berlato Sella), oltre al trevigiano Nicola Atalmi.
Al centro della discussione, la proposta, avanzata proprio da Rizzato, di istituire un fondo regionale di solidarietà per il pagamento degli arretrati e della cassa integrazione ai lavoratori bassanesi dell'azienda di refrigerazione. Compito della Commissione sarà ora proprio quello di verificare la fattibilità amministrativa di tale procedura, che vedrebbe la Regione vestire il ruolo di garante per l'anticipo del denaro agli operai.
Intanto, però, già da giovedì, il caso Siltal conoscerà un verdetto decisivo nell'incontro da tempo programmato al Ministero, tra parti sindacali, proprietà e commissari straordinari. Un incontro al quale la Regione ha già anticipato l'intenzione di prendere parte con un proprio rappresentante. Ma non basta: per far comprendere, come evidenziato dal consigliere Rizzato, che il problema Siltal è ormai un problema di tutto il Veneto, già oggi dagli uffici regionali partirà una lettera destitata alla proprietà per chiedere un incontro con i vertici aziendali e con i rappresentanti dell'associazione Industriali.Salvo miracoli questo tanto atteso incontro avrà luogo solo dopo il summit di giovedì a Roma, ma nelle intenzioni della commissione anche la semplice richiesta potrebbe servire a ribadire l'interesse della Regione per una soluzione positiva della questione.
Da parte loro i sindacati, per voce di Massimo Pantano della Fim Cisl, si sono detti soddisfatti dall'incontro ribadendo però la richiesta che il fondo di solidarietà, qualora istituito, non venga depositato nelle casse dell'azienda, ma direttamente nelle tasche dei lavoratori.
Intanto,pare che nelle ultime ore qualche euro sia finalmente entrato nei conti correnti dei dipendenti. Stando alle dichiarazioni dell'azienda, infatti, già venerdì sarebbe stato versato il 50\% degli stipendi di giugno e il 50\% dell'anticipo Irpef, ovvero cifre variabili fino ad un massimo di 600 euro, e mediamente vicine ai 100 euro per lavoratore.Ancora una volta, dunque, veramente decisivo potrà rivelarsi solamente l'incontro romano di giovedì, sul quale i sindacali esprimono fin d'ora numerose perplessità. "A questo punto - conclude Massimo Pantano - le ipotesi rimaste sono solo due: o a Roma l'azienda si presenta con i bonifici già pagati e con la ricapitalizzazione avviata, oppure saremo davvero arrivati all'anticamera del fallimento".
Barbara Todesco

lunedì 15 settembre 2008

NEWS PER ROMA

Per tutti quelli che hanno dato l'adesione per Roma e per coloro che decideranno di occupare gli ultimi 5 posti in pullman, sono a darvi alcune notizie:

  1. Come molti sanno i sindacati FIOM, FIM,UILM E UGL si sono resi disponibili a pagare la trasferta ( grazie a nome di tutti )
  2. La partenza è fissata per le ore 5,00 di giovedì 18 settembre ma siete pregati di tenervi in contatto perchè l'orario non è ancora certo
  3. Per il pranzo abbiamo pensato di fare una spesa per tutti, speriamo di trovarvi d'accordo. Vorremo che Roma fosse anche un momento in cui si possa fare comunione ( Le spese poi saranno divise)
  4. Ci troviamo mercoledì alle ore 16,00 alla siltal per gli ultimi dettagli....

VI ASPETTIAMO NUMEROSI

RO&RO

AL GENIO CIVILE

Si è svolto stamattina nella sede del Genio civile in Vicenza, l'incontro tanto atteso per capire se ci sia la possibilità dell'apertura di un fondo da parte della regione Veneto a sostegno dei lavoratori Siltal.
Dopo le presentazioni dei consiglieri regionali e dei rappresentanti sindacali, ha preso parola Gloria ( CGIL ) per fare una cronostoria della Siltal e spiegare come si è arrivati fino ad oggi. Più volte è stato ribadito quanto la situazione sia complicata ma è stato anche ricordato che la provincia di Vicenza creando il fondo di solidarietà ha anticipato 6 mesi di cassa integrazione e ad oggi non ha ancora avuto nessun ritorno dall'azienda. Gloria ha ribadito ancora una volta che siamo diffronte ad un assetto societario non chiaro, appreso al ministero il 31 luglio. Infine è stato ricordato che dopo che non sono stati mantenuti gli impegni di pagare gli arrettrati con le specifiche date del 10 agosto e 10 settembre, su sollecito delle sigle sindacali i tre commissari hanno richiesto l'anticipazione dell'incontro al MAP in prima data al 30 settembre ottenuto per la data 18 settembre per capire, si spera una volta per tutte le intenzione del Signor Caraffini.
E' intervenuto poi Pantano ( CISL ) precisando per l'ennesima volta come abbiamo a che fare con un imprenditore che con semplicità viene meno agli impegni presi anche in sede ministeriale. Alla domanda se l'azienda avesse commesse, ha comunicato che sembra che la fiera in Germania sia andata bene e che possano in futuro esserci nuovi ordini . Ha ricordato inoltre che i lavoratori Siltal hanno avuto un CUD di 9600 euro circa nel 2007 ed è impossibile vivere con questi soldi.
La parola è passata poi al rappresentante UILM ribadendo che questo imprenditore ( se possiamo chiamarlo così ) si sta prendendo gioco delle istituizioni , dei sindacati e dei lavoratori stessi. Comportamento Immorale
Per finire c'è stato l'intervento di Gianni ( UGL )precisando come questa situazione crei nei lavoratori una mancanza di fiducia nelle istituzioni e nell'azienda stessa. Ha ribadito che al tavolo a Roma bisogna fare chiarezza una volta per tutte sul futuro della Siltal. O ci saranno i bonifici o i commissari devono revocare il diritto di impresa.
Tirando le somme sono state evidenziate le seguenti priorità:
  1. Capire quale sia l'assetto societario
  2. Capire se ci sia un piano industriale valido ( magari parlando con l'azienda)

Solo dopo questo verifiche, la commissione regionale del lavoro cercherà di introdurre nella parte legislativa della regione alcune politiche di sostentamento del lavoro e aiutare così noi lavoratori.

L'incontro è iniziato alle 9,40 e si è concluso alle 11,15 circa alla presenza di una ventina di lavoratori.

domenica 14 settembre 2008

MOMENTO DI GLORIA PER L'ANONIMO...

Dopo aver cancellato il commento dal suo posto originale ho pensato bene di mettere nella HOME il suo contenuto così tutti anche quelli che spesso non hanno il tempo di leggere tutto potranno conoscerne il contenuto.... così per l'ANONIMO ci sarà un momento di gloria...
Sono stata accusata da un corretto visitatore che non si firma mai che il volontariato che faccio è quello di ROVINARE LE FAMIGLIE!!!! Invito quel signore o signora a farsi avanti perchè io di famiglia ne posso rovinare solo una, la mia!!!

sabato 13 settembre 2008

Siltal: nuovo commissariamento?

DAL MONFERRATO
Ticineto - 12/09/2008
È stato nuovamente disatteso l’impegno per il pagamento degli stipendi e della cassa integrazione alla Siltal. Mercoledì 10 settembre, i soldi per i lavoratori della Iar, che attendono di essere pagati ormai da mesi, non c’erano e l’amministratore delegato di Siltal Evasio Novarese è volato a Roma per prendere parte al Consiglio di amministrazione, nella speranza - dicono alcuni - di portare a casa buone notizie.
Tutto quello che è riuscito a strappare, però, secondo le informazioni a disposizione dei sindacati, è stata l’ennesima data per la ricapitalizzazione: il 31 settembre.
«Troppo poco - commenta Alberto Pastorello, sindacalista della Uilm - le date non bastano più. Adesso vogliamo che la ricapitalizzazione vada in porto. È l’unica condizione che può offrire le garanzie minime di impegno per un rilancio vero dell’azienda».
Martedì sera è stata ufficializzata la notizia che i soldi per pagare stipendi e quattordicesima non c’erano e i responsabili nazionali del sindacato - dice Tonio Anselmo, Fim-Cisl - si sono subito attivati per avere informazioni dall’azienda.
La beffa del 10 settembre replica quella del 10 agosto, dopo l’impegno assunto dall’azienda al ministero il 31 luglio, sancito da tanto di verbale pubblicato sul sito del ministero evidenzia Anselmo, che con Pastorello evidenzia che il 18 settembre è previsto un incontro al Ministero convocato con urgenza su richiesta dei sindacati dopo il mancato pagamento della cassa ad agosto: «Speravamo di ottenerlo a inizio settembre ma la prima data utile era il 18», dice Anselmo che esprime grande preoccupazione ed evidenzia che «i commissari che avevano venduto la Siltal al gruppo di Caraffini a questo punto potrebbero ricorrere nuovamente al commissariamento, visto che il piano industriale non è stato rispettato».
Ed è esattamente quello che intende chiedere il sindacato, dice Pastorello, che annuncia che «se entro il 18 settembre non ci sarà la ricapitalizzazione nell’incontro al ministero chiederemo di far saltare la vendita e riaprire la procedura. L’azienda è insolvente rispetto a tre mensilità e già solo per questo potremmo chiedere il fallimento, non ha pagato la cassa integrazione - soldi dell’Inps! - ha preso accordi con i sindacati e il ministero che non ha mantenuto... E anche la cassa integrazione era stata concessa per due anni in virtù di un accordo che coinvolgeva un numero elevato di lavoratori per consentire il rilancio dell’azienda, ma dal ministero non ci sarà la concessione della cassa per il secondo anno. Insomma, basta prendere tempo, il 18 è la data ultima, dopodiché bisogna voltare pagina e ritornare in procedura».
Questo consentirebbe tra l’altro - dice Pastorello - di «procedere con il recupero delle mensilità in sospeso dal fondo di garanzia dell’Inps e di ricominciare da capo, anche perché il problema delle condizioni dei lavoratori non può più essere trascurato».
Lunedì 15 settembre alle 15 ci sarà un’assemblea con i lavoratori: «Speriamo di avere maggiori informazioni e che la situazione si sia sbloccata», auspica Anselmo.
Massimiliano Francia

venerdì 12 settembre 2008

Arrivati i mezzi stipendi di giugno...

Confermato dai colleghi di Ticineto che alla Cariasti i soldi ci sono, metà del lavorato di giugno !!! Questa volta diventiamo tutti ricchi !!! Saranno bonifici che vanno dai 0 ai 600 euro circa!!!
Grazie !!!

giovedì 11 settembre 2008

SOLDI IN ARRIVO?

SOLDI IN ARRIVO? sembra di si.... Questa volta tocca a chi ha lavorato che sembra porterà a casa metà stipendio di giugno...... Preferisco non commentare, tanto ormai tutti sanno come la penso!!!

CONFERMATA ASSEMBLEA




ASSEMBLEA

Da fonti ufficiose ma non ancora ufficiali, domani 12 settembre alle ore 9,30 si svolgerà un assemblea indetta da FIM, FIOM E UILM.

Sono stata informata anche che ieri mattina l'Ing. Buble ha ricevuto Roberto ( RSU UGL) che per l'ennesima volta si è sentito dire che non c'era nessuna novità per quanto riguarda la ricapitalizzazione ma nella stessa sede ha spiegato che la fiera sarebbe andata bene e ci sarebbero sufficienti ordini per lavorare alcuni mesi. Lo stabilimento secondo l'ingegnere dovrebbe ritornare in funzione il 22 settembre ma è stato ribadito il forte dubbio che i lavoratori si ripresenteranno a lavoro senza soldi....

mercoledì 10 settembre 2008

dal MONFERRATO

ECONOMIA - Casale, 10/09/2008 16:33
Saltano nuovamente gli stipendi alla Siltal

Saltano nuovamente gli stipendi alla Siltal, che avrebbero dovuto essere versati oggi, mercoledì 10 settembre. Ieri sera, martedì sera è stata ufficializzata la notizia che i soldi per pagare stipendi e quattordicesima non ci sono e oggi - mercoledì - il manager Evasio Novarese sarà a Roma per prendere parte al consiglio di amministrazione del gruppo.

Lunedì 15 aprile alle 15 ci sarà un’assemblea con i lavoratori: «Speriamo di avere maggiori informazioni e che la situazione si sia sbloccata», dice Tonio Anselmo, Fim-Cisl.

Il 18 è invece previsto un incontro al ministero convocato con urgenza su richiesta dei sindacati dopo il mancato pagamento della cassa ad agosto: «Speravamo di ottenerlo a inizio settembre ma la prima data utile era il 18», dice Anselmo che esprime grande preoccupazione perché «anche i commissari che avevano venduto la Siltal al gruppo di Caraffini a questo punto potrebbero ricorrere nuovamente al commissariamento visto che il piano industriale non è stato rispettato».

ULTIME NOTIZIE

Da fonte ufficiosa e non ufficiale
si è tenuta stamattina a Roma la riunione che ha visto impegnati i vertici di Gepafim ( GEPA-famm ) e PVC ( Pallonari Veramente Capaci ) Ancora una volta .... il risultato è CLICCA QUI

COMMENTO: COPIA E INCOLLA

" E si invece di dare da mangiare alla familia vanno in gita a roma bravi RO&RO"( ANONIMO)

Carissimo anonimo,mi dispiace tanto non sapere quale sia il tuo volto perchè magari sei uno di quelli che davanti fanno i bei sorrisi e dietro sputano veleno... Ma a me di questo proprio non me ne importa... Una cosa voglio sottolinearla che non ti ho chiesto soldi per dare da mangiare ai mie figli quindi fatti gli affari tuoi perchè delle tue stronzate non gliene importa a messuno....

Per quanto riguarda stamattina purtroppo io ero impegnata in attività di volontariato e non ho potuto rimanere alla siltal con i miei colleghi....Mi dispiace perchè essendo di fretta e avendo una giornata no non ho avuto il tempo di rispondere alle provocazioni fatte sul senso di andare a ROMA... Adesso mi sento di dire che a Roma ci vado solo ed esclusivamente per far capire che nello stabilimento in via trozzetti ho passato molto tempo della mia vita e come a tutte le cose che fanno parte del tuo passato ci sei legato ( almeno per me)... Per me la Iar non è stato solo un lavoro ma è stato un luogo dove ho tessuto parte della mia vita...Credo che sia troppo facile rimanere a casa davanti la tv aspettando l'sms di bonifico avvenuto...Questo è quello che farebbe la massa perchè viviamo in una società dove troppo spesso si delega agli altri e dove non si ha la forza e la voglòia di combattere per i propri diritti...Ho visto mio padre lavorare giorno e notte per i figli e non chiedere mai nulla, mi ha insegnato che niente ti è dovuto e che il futuro bisogna costruirselo giorno dopo giorno, lottando, cadendo e rialzandosi.... Invito tutti a venire a ROMA, non per una gita di piacere nella capitale ( magari un giorno faremo anche quella)ma per dire che ci teniamo al nostro lavoro, a questa azienda che sentiamo anche un po' nostra perchè dentro a quelle mura lasceremo tantissimi ricordi...


Centinaia di immigrati sono scesi in strada a Roma e hanno sfilato in corteo per chiedere asilo in Italia. La manifestazione è partita questa mattina alle 7 dal centro di accoglienza di Castelnuovo di Porto: destinazione Roma. Scortati lungo via Tiberina da un consistente numero di agenti delle forze dell'ordine, gli immigrati - secondo i manifestanti erano oltre 600 le persone in marcia - si sono poi immessi lungo via Flaminia Nuova, in senso contrario di marcia, in direzione della capitale, bloccando il traffico sulla carreggiata in uscita da Roma. Nel corso della marcia più volte alcuni dei manifestanti hanno invitato gli altri partecipanti al corteo a non interrompere la lunga fila. Il corteo si è poi snodato su corso di Francia e lungotevere Flaminio, e si è concluso nel primo pomeriggio di fronte alla sede Rai di viale Mazzini.

FORSE DOVREMMO IMPARARE DA LORO

Rosy

lunedì 8 settembre 2008

E BRAVA DIREZIONE......

Abbiamo appreso oggi che ancora una volta la direzione se ne strafrega degli accordi fatti con i nostri RSU in rappresentanza di FIOM, FIM,UILM E UGL.
Tutti ricorderanno che in data 25 agosto i nostri rappresentanti sindacali si sono incontrati con l'Ing. Buble dove è stato fatto un accordo verbale in cui i lavoratori sarebbero stati messi in CIGC, eccezion fatta per uno o due della manutenzione chiamati per alcuni giorni con l'impegno di mettere in sicurezza gli impianti...
Oggi siamo venuti a conoscenza che è stato comandato al lavoro un magazziniere e che sta caricando vagoni e camion di frigoriferi....
E brava la nostra direzione continuano a prenderci per il c... noi e anche i sindacati.
INVITO CHIUNQUE FOSSE COMANDATO A LAVORO DI INTERPELLARE IL PROPRIO RAPPRESENTANTE SINDACALE, LORO CI POSSONO TUTELARE !!!
RO&RO

domenica 7 settembre 2008

PROSSIMO APPUNTAMENTO...

Prossimo appuntamento è fissato per mercoled' 10 settembre alle ore 11,00 davanti alla Siltal... E ' necessario esserci il più possibile, faremo il punto sui futuri impegni: pedalata, vicenza e roma.
NON MANCATE!!!

venerdì 5 settembre 2008


18 SETTEMBRE 2008 ORE 15,00: TUTTI A ROMA

" SILTAL&PARTNERS FASHION "




Si è svolta stamattina in via trozzetti la presentazione ufficiale della PRIMA LINEA D'ABBIGLIAMENTO super economy dei lavoratori SILTAL. A sfilare con professionalità il neo-promettente modello Galliano. Per chi volesse averne una il costo è di € 5,00.
Nella stessa sede abbiamo discusso l'eventualità della trasferta a Roma, i presenti sono stati tutti d'accordo che non si può rimanere a casa. Abbiamo pensato di attivarci per chiedere di essere sponsorizzati per sopperire i costi della corriera.

Questo è il ballo dei quaquaraqua !!!!

Soldi in arrivo? Vi invito a visitare il blog di Pignataro clicca qui

giovedì 4 settembre 2008

DOMANI.............

In attesa ancora di una data certa sull'incontro chiesto dalle Organizzazioni Sindacali al Ministero delle Attività Produttive per far chiarezza sugli impegni non mantenuti, ci troviamo domani venerdì 5 settembre 2008, alle ore 11,00 davanti i cancelli della Siltal per organizzarci per l'ipotetica trasferta a Roma e per l'idea delle magliette.
La lotta prosegue con i colleghi di Ticineto e di Pignataro....
NON MOLLIAMO
RO&RO

martedì 2 settembre 2008

SFOGO PERSONALE....

Visto che dall'azienda non arrivano buone notizie anzi non arriva più nessuna notizia ed è così desolante chiedo scusa ai miei colleghi se utilizzo lo spazio per uno sfogo personale ma chi ha avuto modo di conoscermi in questo periodo sa come sto agendo in maniera trasparente e pulita per quanto riguarda la lotta per riavere i nostri soldi...Sono anche consapevole che quello proposto da me e da chi mi è stato vicino difficilmente porterà ad un risultato ma potrò guardare dritta negli occhi i miei figli sapendo di aver fatto di tutto per dargli ciò che si meritano e soprattutto ciò di cui hanno bisogno...
Il mio sfogo parte dall'ennesima critica senza senso che mi è stata fatta oggi... Ognuno è libero di credere ciò che vuole ma al tassello della "FAVOLA" si aggiunge quello del "NO COMMENT". Continuo ribadire da un mese ormai che io ho dichiarato che la favola ci è stata raccontata in assemblea ma è stata scritta al MAP.. Non ho mai detto che il sindacato se l'è inventata e se la gente legge solo la prima frase senza leggere la seconda non è colpa mia. A suo tempo avevo mandato anche una lettera al giornale di Vicenza spiegando l'accaduto ma forse non era scritta bene o non faceva notizia perchè non l'ho vista pubblicare...

Passando al NO COMMENT che significa non commenti non la ritengo assolutamente una offesa. Le bandiere delle sigle sindacali che sventolano davanti ai cancelli CHIUSI di una azienza si commentano da soli, ma se qualcuno ha una frase da suggerirmi ben venga...
Mi dispiace che anche in questo blog come spesso accadde altrove si vada solo a cercare il pelo nell'uovo cercando di farmi passare per una che rema contro il sindacato quando io al sindacato sono iscritta da moltissimi anni e dovevo essere una ipotetica futura RSU. Mi dispiace che chi mi ha criticato ha il mio numero di cellulare e avrebbe potuto chiedermi spiegazioni, e ancora di più dispiace che abbia letto ciò che ha voluto senza leggere dove ringrazio le RSU e dove anche nella relazione a Travaglio ho elogiato il loro operato....
GRAZIE !!!

domenica 31 agosto 2008

A roma....

Stiamo organizzando la trasferta a Roma per quando ci sarà l'incontro al MAP...
Crediamo sia importante esserci con i colleghi di Pignataro e Ticineto, per il momento sembra che il costo per il viaggio in corriera sia sui 25 euro a persona.
Avrei bisogno di sapere al più presto chi sarà dei nostri.

Scrivetemi per darmi eventuali adesione a dream72

venerdì 29 agosto 2008

DA TRAVAGLIO A RIZZATO

Serata positiva ieri sera al Metropolis che ci ha visto impegnati nella difficile impresa di avvicinare il giornalista/scrittore Marco Travaglio e metterlo a conoscenza della beffa di cui siamo vittime noi lavoratori Siltal dei 3 stabilimenti.Ci siamo trovati alle 19,00 e abbiamo atteso con trepidazione il suo arrivo. Sapevamo che lui giungeva già consapevole della nostra presenza ( ringrazio per questo gli organizzatori ) ma il timore di non riuscire a parlargli era molto.
Alle 21,15 stanchi di un susseguirsi di notizie che ci sviavano dalla realtà sul suo arrivo abbiamo visto una macchina avanzare, fermarsi dinanzi lo striscione e leggere. A quel punto Francesco ha detto : è lui, è Travaglio e la macchina ha ripreso la marcia per parcheggiare. Roberto è partito di corsa e così noi al seguito, ha affiancato l'auto che si è fermata e scesi i finestrini ha consegnato al noto giornalista la cartellina preparata con verbali e relazione scritta da noi sull'ultimo anno alla Siltal. Travaglio ha salutato dicendo che gli avevano già accennato le nostre viccissitudini, ma purtroppo era in ritardo di mezz'ora. A quel punto gran parte di noi se n'è andata ma una rappresentanza di circa 10 persone con i nostri Angeli Custodi si è fermata è ha atteso impaziente di poterlo incontrare. Ormai non ci speravamo più quando ci hanno avvisato verso le 11,30 circa che ci avrebbe ricevuto. L'incontro è stato breve e significativo, lui si è dimostrato una persona molta cordiale e affabile, ci ha spiegato che lui personalmente si occupa di giudiziaria e che non avrebbe potuto fare molto ma che già martedì porterà tutta la documentazione del nostro caso ad ANNOZERO da Santoro e scriverà anche sull'unità. Ha ribadito anche lui che bisogna far chiarezza su tutto ciò e bisogna non fermarci alle tv e giornali locali.
Il tutto si è concluso con una foto ricordo....


Altra puntata stamattina in sede del PD a Bassano del Grappa dove abbiamo incontrato con i nostri rappesentanti sindacali ilò consigliere regionale Claudio Rizzato che già alcuni giorni fa aveva inviato alla regione Veneto nella figura del presidente Galan un'interrogazione ad una possibile apertura di un fondo straordinario per anticiparci i soldi che avanziamo. Nell'incontro ha ribadito l'importanza che ci sia unità di tutte le forze politiche per raggiungere tale obbiettivo e per portare a casa le risposte alle domande che da troppo tempo ci facciamo.
Suo compito sarà quello già martedì di parlare con la Presidente della commissione del lavoro regionale Giuliana Fontanella affinchè venga convocato al più presto un incontro con tutti gli esponenti politici e sindacali per vagliare l'ipotesi sopra citata. Come anche il sindacato ha ribadito le lotte sono due: I soldi da portare a casa e il lavoro sicuro. Questo per dire che affermo con convinzione che ci vuole unità tra i tre stabilimenti e che se anche arriveranno i soldi non possiamo dimenticare le prese in giro e dobbiamo lottare per una verità sempre più offuscata.....

NON MOLLIAMO!!!
RO&RO

giovedì 28 agosto 2008

NOTIZIE DALLA DIREZIONE....

Questa mattina in sede Siltal in via Trozzetti, l'azienda nella figura dell'ING. BUBLE ha incontrato le nostre RSU ( fiom, fim, uilm e ugl ) per alcune comunicazioni.
Si è parlato ancora di una ipotetica data che sia le Rsu e sia la sottoscritta invitano a prendere con cautela. Ormai sono recidivi e quindi all'impegno del SIG. GABRIO CARAFFINI a mettere i 9.500.000 euro entro il 10 settembre per la ricapitalizzazione io non ci credo molto.
Tuttavia queste sono state le parole del nostro direttore di stablimento unite alla comunicazione che non ci coglie di sorpresa che lo stabilimento rimane chiuso fino a quando non avremo i soldi...
Tutti in CIGS NON AUTORIZZATA !!!
Grazie alle nostre RSU per la comunicazione!!!
Inoltre ricordo che domani mattina alle ore 10.00 i nostri rappresentanti sindacali incontreranno il consigliere regionale di PD Claudio Rizzato per metterlo al corrente della situazione e poi lo porteranno in sede Siltal alle 11,00 per incontrare i lavoratori.
RO&RO

Relazione....

Ultimata all'una di stanotte la breve relazione che abbiamo pensato di consegnare questa sera allo scrittore/giornalista Marco Travaglio. Noi abbiamo cercato di fare il nostro meglio adesso tocca a voi non mancare...
FACCIAMOCI SENTIRE
RO&RO

mercoledì 27 agosto 2008

Il consigliere Rizzato incontra i lavoratori Siltal....

Dopo essersi messo in contatto con noi del Blog e con i nostri rappresentanti sindacali, il consigliere regionale di PD Claudio Rizzato incontrerà le nostre RSU venerdì 29 agosto 2008.
Per noi l'appuntamento è alle ore 11,00 - 11,30 in via trozzetti.....

Vi aspettiamo numerosi !!!

Vi ricordo ancora l'appuntamento per domani sera alle ore 19,00 davanti al Metropolis nella speranza di riuscir parlare con Travaglio.

Noi stiamo cercando di mettere giù alcune tappe fella vicenda SIltal da consegnargli...

RO&RO

martedì 26 agosto 2008

FORSE FAR RUMORE è SERVITO..............

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL CONSIGLIERE REGIONALE VENETO DEL PD, CLAUDIO RIZZATO

SILTAL DI BASSANO La Regione anticipi con un fondo straordinario gli arretrati dei lavoratori


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATASILTAL DI BASSANO: LA REGIONE ANTICIPI CON UN FONDO STRAORDINARIO GLI ARRETRATI DEGLI STIPENDI E LA CASSA INTEGRAZIONE
Presentata il 26 agosto 2008 dal Consigliere Regionale Claudio Rizzato


Premesso che:
- è nota la drammatica situazione della ex SILTAL IAR ora SILTAL S.p.A. di Bassano del Grappa, dei dipendenti e delle loro famiglie che da mesi non percepiscono stipendi e Cassa Integrazione; - Il 31 luglio 2008 si è svolta presso il Ministero dello Sviluppo Economico una riunione avente per oggetto la Siltal S.p.A. a seguito della cessione, in data 26 luglio 2007, delle Società Iar Siltal e Silia S.p.A. alla Siltal S.p.A. appositamente costituita ed interamente posseduta dalla Gepafin. Nell'incontro sono emerse gravi problematiche relativamente a tutta la situazione dell'Azienda: non si è dato seguito al piano industriale con il previsto rilancio delle attività, non sono stati effettuati i previsti investimenti e soprattutto non sono stati pagati stipendi e Cassa Integrazione.- E' stato biasimato l'atteggiamento della Proprietà per non aver ottemperato all'obbligo di informare il Ministero e la gestione commissariale a seguito della cessione dell'azienda ad altro soggetto (PVC). Il Rappresentante di PVC ha finalmente chiarito in quella sede che "PVC è un Fondo di Private Equity di diritto inglese con capitalizzazione di 100 Mln di euro, interessato all'acquisizione e valorizzazione di aziende da portare successivamente in Borsa. Ha trovato nella refrigerazione passiva un'opportunità interessante che sarà sviluppata con un partner industriale (Gruppo Manfredi Lefebvre D'Ovidio)".- Nell'incontro l'Azienda si era impegnata a: "erogare entro l'11 agosto 2008 tutte le spettanze a qualsiasi titolo maturate (stipendi, CIGS, ecc.) al 30 giugno 2008 e entro il 10 settembre le spettanze maturate nel corso dei mesi di luglio e agosto. Su richiesta delle OOSS l'azienda si era impegnata a verificare la possibilità di fare arrivare la parte di ricapitalizzazione entro giovedì 7 agosto, per permettere il bonifico sui conti correnti dei lavoratori venerdì 8 agosto."- ad oggi gli impegni non sono stati mantenuti.
Considerato che:
- A partire dal 2005 più volte il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale ha chiesto il parere della Giunta sulla procedura di consultazione sindacale per la concessione della CIGS all' allora ex SILTAL IAR;- La Giunta Regionale aveva espresso parere favorevole soprattutto in merito al presupposto della concessione della CIGS in vista del rilancio produttivo dell'Azienda.- I lavoratori sono in agitazione e la loro situazione è oramai insostenibile anche solo per il mantenimento del minimo vitale e per il mancato pagamento degli stipendi arretrati e della Cassa Integrazione;
Il sottoscritto Consigliere Regionalechiede alla Giunta Regionale
- di attivare un fondo straordinario per anticipare alle lavoratrici e ai lavoratori della SILTAL Spa gli stipendi arretratri e le loro spettanze della Cassa Integrazione (avvalendosi nei confronti dell'azienda per il recupero delle somme anticipate);
e di sapere:
1) attraverso quali altre forme intende intervenire a favore dei lavoratori e del lavoro, oltre che per la verifica delle eventuali risorse pubbliche impegnate;2) se intende comunque intervenire anche con prime misure economiche straordinarie per evitare una "tragedia annunciata" nella zona del Bassanese, riguardo all'occupazione e alla insostenibile situazione di centinaia di famiglie;3) se le Ditte oggetto della presente interrogazione hanno usufruito di fondi pubblici, in particolare regionali e/o dell' Unione Europea in rispondenza ai bandi finalizzati alla riconversione, al potenziamento tecnologico, alla riqualificazione della forza lavoro.

Siltal, ripresa con sciopero contro la farsa degli stipendi

Disatteso l’accordo sui pagamenti, 70 dipendenti incrociano le braccia e appendono striscioni. Situazione grave, si torna a trattare a Roma

Bassano
Cancelli ancora chiusi alla Siltal Spa. E per una volta a deciderlo, sono stati i lavoratori, stanchi di "essere presi in giro", come si legge in uno degli striscioni appesi all'esterno dello stabilimento di via Trozzetti. Circa una settantina di dipendenti, ieri, sarebbero dovuti ritornare mattina al lavoro, ma come più volte annunciato hanno preferito rimanere all'esterno dello stabilimento (alcuni si sono presentati anche con i figli) per gridare la loro rabbia. "Incroceremo le braccia - hanno detto- fino a quando non ci sarà detta tutta la verità e non ci sarà dato quanto dovuto"."Vogliamo i nostri soldi!", "Abbiamo fame", recitano altri due striscioni appesi ai cancelli. A nulla, infatti, sembra essere servito l'incontro tenutosi a Roma lo scorso luglio, al Ministero dello Sviluppo economico. Incontro nel quale la proprietà aveva assicurato ai lavoratori il pagamento degli arretrati tanto degli stipendi, quanto della cassa integrazione."La situazione è davvero esasperata - conferma il rappresentante della Rsu, Gianpietro Lorenzato, della Fiom Cgil - l'accordo è stato disatteso ed ora come sindacati non ci resta che tornare a Roma e chiedere con forza che venga rispettato l'accordo sottoscritto, lo ricordiamo, anche alla presenza dei nostri parlamentari".Per conoscere il destino dello stabilimento di produzione di impianti di refrigerazione, dunque, si attende che venga convocato un nuovo incontro. Ma intanto, la situazione non accenna a sbloccarsi: i lavoratori "più fortunati", infatti, hanno ricevuto lo scorso mese bonifici che al massimo hanno raggiunto quota 400 euro ed ora arriva l'annuncio di una nuova cassa integrazione. "Da due mesi non riceviamo un bonifico che si possa definire tale - protestano i lavoratori - e non sappiamo più come sbarcare il lunario. Molti di noi hanno un mutuo da pagare e figli da mantenere. Ci spiegate come possiamo andare avanti in questo modo?".
"Purtroppo - continua Gianpietro Lorenzato - l'azienda oltre a non pagare il personale adesso si trova a fare i conti con il problema di riavviare gli impianti: mancano fondi in cassa e quindi la Siltal dovrà comunque prolungare la chiusura fin a quando non si chiarirà la situazione".

GAZZETTINO DI VICENZA - Barbara Todesco