domenica 21 settembre 2008

CONDOGLIANZE

Anche i cugini di Bassano sono vicini a Domenico Brignola di Pignataro per la perdità del papà.

7 commenti:

lupogrigio6/BISINELLA RUGGERO ha detto...

Ciao porgo le mie piu sentite condoglianze al compagno Domenico Brignola di Pignataro,fatti forza ti siamo vicini in questo triste momento.

Anonimo ha detto...

la fiom cgil congiunta alla rsu di bassano porge sentite condoglianze al lavoratore BRIGNOLA per la perdita del suo caro.
Berton Gloria

Anonimo ha detto...

Sentite condoglianze a Domenico...Ti sono vicino. DARIO

giovanni baron ha detto...

Cari compagni, care compagne.
Lavoratori e lavoratrici.
Mi è stato consigliato in queste ultime ore di entrare al vostro blog per leggere i commenti vostri e, penso (trattandosi di un blog) anche di altre persone, che sono esterne alla vostra fabbrica.
Sono informato della vostra situazione e crisi aziendale.
Difficile.
Ho letto con interesse vari commenti che sono stati pubblicati tramite web. Alcuni li trovo effettivamente originali, altri li trovo pieni di rabbia. Ce ne sono alcuni, che sono colmi di veleno e di fiele.
Capisco…..
In situazioni del genere ce n’è per tutti. Siete tutti giustificati.
Da parte mia posso solo portare la solidarietà della componente Fiom della Baxi, in quanto non ho parlato con le altre componenti sindacali di questa mia, ma penso che anche loro siano d’accordo con me nel rivolgere a voi tutti quanti i nostri pensieri. Leggo con interesse che c’è qualcuno, in modo particolare, e, con motivazioni, sembra comprovate che ha il dente avvelenato con la Fim o con la Cisl ( tanto sono la stessa cosa).
Spiace….. poiché, indipendentemente, anche se come scrive un “anonimo” hanno sottoscritto il patto per l’Italia e non la legge 30 come costui scrive, poiché quest’ultima si trova dentro il patto per l’Italia e non a se, la Cisl è un sindacato a tutti gli effetti.
Se sia un sindacato servo dei padroni e del capitale lo deciderà la storia e i lavoratori. Non L’”anonimo” né il sottoscritto, né nessun altro.
Dispiace che qualcuno si serva di un blog, a detta di alcuni fondato dai lavoratori – non lo so- per esternare tutta la propria rabbia verso una componente sindacale.
Li si parla di tante cose, anche di persone….tipo Chemello.
Orbene, non è che sia un stinco di santo ma il suo lavoro qui a Bassano meno o male l’ha fatto.
Lo dice il sottoscritto che quando ci s’incontra lo vedo girarsi dall’altra parte.
Non capisco questo veleno.
Capisco invece, cari compagni, che i tempi sono diventati sempre più duri, più difficili.
Non capisco neanche colui o colei che affina la Fiom con l’Ugl.
Divertente…..
Penso che la Fiom ha tutta una sua storia. Non è mai scesa a compromessi. Non m’interessa se le altre componenti lo hanno fatto. Sono affari loro.
Voi dovete rimanere uniti.
Tempo n’è rimasto poco e se cominciate a litigare fra voi fate il gioco del padrone: ”dividi et impera”.
Vi auguro di cuore che la vostra situazione si risolva al meglio.
Se i vari anonimi, oppure l’”Anonimo” in particolare ha voglia di fare qualche battuta o telefonata, gli metto a disposizione la mia email o numero di cellulare. Basta faccia un clic.
Compagni . Resistete! Vedrete ce la farete. Ce la faremo!
Ciao.
GS Baron
RSU FIOM CGIL BAXI

Anonimo ha detto...

Finalmente un commento fatto con cervello!
E' ora di finirla di fare la guerra al sindacato,come in tutte le cose di questo mondo e dico tutte,c'è del buono e del marcio ma è e rimane la nostra arma per combattere, guai se non ci fosse!!!
Mi associo a Giovanni Baron,lavoratrice Siltal.

Anonimo ha detto...

non c'e' nessuna guerra solo posizioni diverse ( vedi luxuria) in democrazia esiste . ricordo che la sinistra rossa rossa ...mi pare ...non c'è in parlamento....

Anonimo ha detto...

Ringrazio di tutto cuore quanti di voi avete dimostrato partecipazione per la perdita del mio papà,
DOMENICO BRIGNOLA