venerdì 19 settembre 2008

DIRETTA DAL PRESIDIO


Siamo al secondo giorno di presidio, siamo contenti della presenza anche se auspichiamo che ci sia ancora maggior presenza anche per le iniziative che si stanno concretizzando.
Stamattina una delegazione di lavoratori accompagnati dai rappresentanti sindacali e dalla consigliera comunale Paola Facchinello hanno incontrato il sindaco di Bassano del Grappa a cui è stato chiesto la convocazione di un consiglio comunale straordinario e il coinvolgimento di tutti i sindaci del comprensorio oltre alla richiesta di partecipazione e di messa a disposizione di un pullman per l'incontro del 29 settembre.
Il sindaco G. Bizzotto è stato messo a conoscenza ancora una volta della situazione sempre più drammatica dei lavoratori e loro famiglie, che da mesi si trovano a fare i conti con bollette scadute, stacchi di energia elettrica e gas.
Continuiamo con il presidio davanti i cancelli e studieremo altre strategie di lotta in attesa dell'incontro con il prefetto di Vicenza. Chiediamo a tutti noi di partecipare uniti alle varie iniziative e ai presidi di ogni giorno.

Lavoratrici e lavoratori

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Siltal, è il momento della verità. «Ricapitalizzazione entro pochi giorni, o è un salto nel buio»
Roma - 19/09/2008


È saltato l’appuntamento fissato al Ministero delle Attività produttive per ieri, giovedì 18 settembre, richiesto dalle organizzazioni sindacali subito dopo che erano stati disattesi - ad agosto - gli accordi per il pagamento degli stipendi e della cassa integrazione.

La notizia si è diffusa mercoledì, e il rinvio - in base a indiscrezioni filtrate dagli ambienti sindacali - pare sia stato richiesto dall’azienda dopo che i Commissari ministeriali della procedura hanno paventato la revoca della vendita.

L’azienda dunque sarebbe già virtualmente sotto procedura? E per questo avrebbe chiesto il rinvio dell’incontro per cercare una soluzione e presentarsi al tavolo a Roma con una nuova proposta?

Il nuovo vertice è stato fissato per lunedì 29 settembre ed è stata pertanto «spostata anche la trasferta dei lavoratori», commenta Tonio Anselmo, Fim-Cisl, che sottolinea che i lavoratori restano così ancora ancora una volta in stand-by.

«Siamo sempre più preoccupati - aggiunge Anselmo - speravamo che l’azienda riuscisse a pagare e ad evitare il commissariamento. Adesso si tratta di capire quale sarà il futuro della Siltal».

L’amministratore delegato di Siltal Evasio Novarese esclude che la richiesta di rinvio sia stata presentata dall’azienda («Avrei dovuto farlo io...») così come dalle altre società del gruppo.

«La situazione - ammette però - non è cambiata rispetto al 31 luglio 2008, e di tutto quanto è stato detto in sede ministeriale nulla è avvenuto. Il nuovo socio - Onmialux - ha deliberato e sottoscritto l’aumento di capitale ma non lo ha ancora concretizzato», pare a causa del fatto che la smobilizzazione delle risorse (dieci milioni di euro) sta incontrando qualche difficoltà, anche a causa di una congiuntura internazionale non facile. Non è quella la causa, ma la situazione generale - evidenzia Novarese - non gioca certo a favore.

La data della ricapitalizzazione è stata continuamente procrastinata e ora dovrebbe essere l’inizio della settimana prossima.

Novarese ci tiene poi a precisare che «lo scorso 8 agosto, con le residue risorse aziendali Siltal, ho preso la decisione di usare queste risorse - a fronte dei mille impegni che l’azienda ha - per pagare il 50% del salario di giugno e per raggiungere un accordo con la provincia di Alessandria, a cui abbiamo versato il 50% del dovuto con l’impegno a saldare entro il 30 settembre».

Certo la data del 29 sarà uno spartiacque perché se non sarà perfezionata la ricapitalizzazione lo scenario si farà difficile da tutti i punti di vista, sia per le procedure che potrebbero essere avviate dal Ministero, sia per i rapporti con una clientela che ha ordinato prodotti cui non si riesce a fare fronte.

Mondial Group

incontro a giorni

Le organizzazioni sindacali hanno inviato nei giorni scorsi una lettera per richiedere un incontro in Confindustria con i vertici della Mondial Group.

«Attendiamo la convocazione - dice Anselmo, Fim - ma in base ai primi contatti con la rsu pare che si possa ridurre la cassa di qualche settimana».



Massimiliano Francia
Articoli correlati12/09/2008 Cassa integrazione per 275 alla Mondial
12/09/2008 Siltal: nuovo commissariamento?
31/07/2008 Siltal già in mano agli inglesi. Nuovo socio di minoranza: si tratta di Manfredi Lefebvre d'Ovidio
31/07/2008 La Siltal e' gia' degli inglesi - Ed entra un nuovo socio - Venerdi' incontro alla Iarp
24/07/2008 Per rilanciare la Siltal, bisogna cambiare la proprieta'
27/06/2008 Iar, oggi gli stipendi. Tolto il picchetto
23/06/2008 Niente stipendi, Siltal ferma. Incontri in Comune a Casale con lavoratori e proprietà. In forse l'accordo con gli inglesi?
17/06/2008 Sciopero contro la cassa integrazione alla Diffusioni Grafiche di Villanova
15/05/2008 Isola Verde: vertenza con la lavoratrice associata
08/05/2008 Siltal, ok all'anticipo della cassa. Lunedì l'ufficializzazione del nuovo assetto societario

Torna alla sezione


BRAVI E BUON PRESIDIO ISCRITTO FIM CISL

elettroman ha detto...

continuiamo così non fermiamoci HASTA LA VITTORIA SIEMPRE

ruggero bisinella ha detto...

RAGAZZI DAI CONTINUIAMO E RICORDARSI BOIA KI MOLLA CAZZO.......

Anonimo ha detto...

DAI BISI.. PORTA FORA EL CANEO E SALDA SU I CANCEI.. COSI' NO ENTRA PI' NESUNI...